Milan-Palermo 0-2, Abate: "E' colpa della squadra, non di Inzaghi"

E’ un boccone amaro da digerire. Il Milan viene sconfitto per 2-0 dal Palermo e Ignazio Abate, che ha indossato nel corso del match la fascia da capitano, esamina ai microfoni di Sky Sport la disfatta rossonera. Secondo il terzino, le responsabilità di quanto accaduto non vanno addossate completamente sull’allenatore, la squadra ha sbagliato insieme e insieme deve ritrovare la retta via a rialzarsi: “Serve maggior cattiveria e umiltà. Le responsabilità sono dell’intera squadra e non solo di Inzaghi. Lui ci mette la faccia sempre ed è un grande uomo. Dobbiamo capire dove abbiamo sbagliato”.

Sotto accusa, oltre a Inzaghi, anche De Sciglio che è stato criticato da tifosi, giornalisti e amanti del calcio per le prestazioni non alla sua portata, ma anche in questo caso, come per l’allenatore, Abate va in difesa del compagno: “Mattia non è più una sorpresa e ormai da lui ci si aspetta sempre il massimo, tuttavia credo non abbia fatto così male. Deve trovare continuità, ma, secondo me, tornerà presto al massimo”.

Tornando alla partita, Abate esamina la prestazione del Milan. Secondo il parere del giocatore, i rossoneri questa sera sono stati “troppo prevedibili e lenti”, ma c’è anche qualche merito da parte dell’avversario: “Il Palermo si è difeso bene. Abbiamo sbagliato l’approccio”.

Leggi anche: