Milan-Palermo 0-2, Inzaghi: "Sconfitta meritata"

Il Milan esce dal match di San Siro contro il Palermo con le ossa rotte. I rossoneri sono crollati sotto i colpi di Dybala e compagni che hanno meritato la vittoria dominando il match per quasi tutti i 90′ minuti e ridimensionando di molto le ambizioni del Milan. Intervistato ai microfoni di Sportmediaset, Inzaghi appare visibilmente deluso per la prestazione della sua squadra che, dopo l’autogol di Zapata, non è riuscita più a reagire meritando la sconfitta: “Sono molto deluso dalla prestazione di stasera, quello che mi dispiace di più è il passo indietro che abbiamo fatto rispetto a dove eravamo arrivati. L’infortunio di Alex dopo 2 minuti ci ha scombussolato un po’, avevamo anche iniziato bene con l’occasione capitata a Poli e il colpo di testa di Torres, poi dopo l’autogol non siamo riusciti più a giocare e abbiamo meritato di perdere”.

Inzaghi si proietta già alla prossima sfida contro la Sampdoria, attualmente 3° in classifica. Il Milan dovrà, a partire da domani, cercare di migliorare, concentrarsi su sé stesso senza guardare troppo la classifica: “Non dobbiamo guardare la classifica ma dobbiamo focalizzarci sui nostri progressi ed è quello che oggi mi è dispiaciuto di più. C’è stata un’evidente involuzione rispetto alle scorse settimane sul piano del gioco. Ora dobbiamo pensare alla prossima sfida contro un avversario ostico e che sta attraversando un ottimo periodo di forma come la Sampdoria, ma sopratutto dobbiamo concentrarci e lavorare su ciò che stasera non ha funzionato in modo da migliorarci”.

Infine, il tecnico rossonero dice la sua sulle prestazioni sotto tono di Honda e Menez: “Purtroppo può capitare una giornata no. Menez veniva da un infortunio e non è ancora al meglio della condizione, mentre Honda probabilmente ha risentito delle 3 partite in 7 giorni considerando anche che fin ad ora ha sempre giocato senza mai riposare”.

Leggi anche: