Milan-Parma 2-4, Galliani "La contestazione fa male"

Dopo Milan-Parma 2-4 anche Adriano Galliani parla della contestazione dei tifosi rossoneri contro club e calciatori, resa ancora più dura dopo l’ennesima sconfitta interna di un campionato che per i rossoneri significherà quasi certamente l’esclusione per la prossima stagione dalle coppe europee dopo tanto tempo.

Proprio su questo argomento Galliani inizia a snocciolare statistiche e dati dell storia rossonera, quasi per placare l’ira del tifo: “Siamo l’unica squadra italiana che negli ultimi quindici anni ha fatto ininterrottamente le Coppe, con tredici partecipazioni in Champions e due in Europa League, alzando spesso la Coppa Campioni; siamo la squadra più titolata al mondo, lo abbiamo scritto anche sulla nostra maglietta; sono dati che vorrei tutti ricordassero più spesso, questa contestazione fa male ma ci può stare. Anche io sono deluso da questo momento della squadra, ma ci riprenderemo, ne sono certo”.

Galliani poi si sofferma sulle critiche a Balotelli e sulla polemica o presunta tale tra Seedorf e Allegri, con il tecnico olandese che pare abbia criticato pesantemente il suo predecessore in settimana. “Su Balotelli credo ci siano critiche immeritate: sono soddisfatto del suo acquisto e senza di lui quasi certamente nella passata stagione non avremmo centrato la qualificazione in Champions. Sulla polemica tra Seedorf e Allegri non intervengo semplicemente perchè non è vera. Stimo Allegri e stimo Seedorf, è falso dire che io non lo volevo allenatore del Milan. Alla stampa, a volte, piace mettere tutti contro tutti”.

Leggi anche-> Milan-Parma 2-4, Seedorf: “I tifosi sono preoccupati…”

Leggi anche-> Milan-Parma 2-4: Costacurta contro Balotelli

Leggi anche-> Milan-Parma 2-4: Video Gol e Sintesi