Milan-Parma, contestazione dei tifosi rossoneri all’arrivo della squadra a San Siro

Una giornata di contestazione per rivendicare un Milan che ritorni a essere dominatore in Italia e in Europa. E’ quella che stanno inscenando gli ultras rossoneri che in oltre cinquecento si sono ritrovati dinanzi al cancello numero 14 per poi dirigersi verso il box nel quale sfila abitualmente il pullman rossonero. Qualche momento di tensione, senza alcuna conseguenza, c’è stato al momento dell’arrivo dei calciatori.

Non c’è stato alcun contatto poiché il pullman è arrivato alla parte opposta, ma solo qualche spintone con le forze dell’ordine che si erano messe in mezzo per consentire un evolversi tranquillo della situazione. Numerosi i cori quando i calciatori sono usciti dal mezzo: “Uscite a mezzanotte”, “Per l’Ac Milan”, “Indegni” e “Via le m…. dal nostro Milan”.

Tra gli obiettivi della rabbia dei supporter rossoneri, che proseguirà anche sugli spalti nel corso della gara contro il Parma, l’amministratore delegato Adriano Galliani e Mario Balotelli. Infatti nel volantino diffuso dalla Curva Sud si legge: “Galliani fa affari con i soliti procuratori che ormai sembrano di casa in questa società, mentre Balotelli ha come primo pensiero quello di mettere foto da idioti sui social network e di prenotare un tavolo per la bella serata in discoteca”.

Leggi anche — > Milan, Seedorf duro con i giocatori … e con Mario Balotelli