Milan-Parma: il punto della situazione sulle due squadre

Domenica ritorna il campionato ed il Milan ritornerà a giocare a San Siro, contro il Parma. La squadra di Donadoni è una delle piacevoli sorprese di quest’anno, dato che dopo diversi anni è tornata ad occupare le zone alte della classifica. Tra i migliori della squadra gialloblù notiamo il portiere Mirante e il centrocampista Parolo, obbiettivo di mercato della dirigenza rossonera. Il Parma non vince in casa del Milan dal dicembre 1996 e da allora sono 12 i successi rossoneri e 3 i pareggi.

Il Milan arriva da due sconfitte consecutive in campionato e ha, ormai, come unico obbiettivo il raggiungimento dell’Europa League, mentre il Parma è imbattuto da 15 giornate (8 vittorie e 7 pareggi) ed ha vinto le ultime 4 trasferte. Si prospetta dunque una partita molto dura per i giocatori di Seedorf che devono ritrovare il gioco e lo spirito giusto dopo l’eliminazione dalla Champions. L’allenamento di oggi ha evidenziato un Seedorf meno “morbido” nei confronti della squadra, con un clima teso e senza sorrisi. Il Parma si schiererà a San Siro con un 3-5-2, modulo con cui i rossoneri hanno evidenziato un buon gioco (ndr. Juventus).

L’ex di turno di questa partita sarà Antonio Cassano, con una condizione ritrovata e stimolato dalla possibile chiamata in azzurro per il mondiale. Cassano che verrà, con ogni probabilità, duramente contestato dopo le sue ultime dichiarazioni all’inviato di Striscia la Notizia, Valerio Staffelli. Contestazione che la curva riserverà anche alla squadra rossonera a causa di una stagione fallimentare.

Leggi anche-> Milan-Parma: Precedenti, Statistiche ed Ex

Leggi anche-> Milan-Parma: ecco chi dirigerà il match

Leggi anche-> Milan-Parma: tifosi pronti a contestare Balotelli