La nuova proprietà del Milan potrebbe portare a capo un nuovo presidente cinese nei prossimi anni. Sarebbe il successore di Berlusconi dopo trent’anni.

Nonostante la firma del contratto preliminare per la cessione del Milan sia avvenuta qualche giorno fa, rimangono sconosciuti i nomi dei componenti della cordata cinese. Ancora qualche alone di mistero sui volti dei nuovi proprietari del club rossonero, che verranno sicuramente svelati nel corso delle prossime settimane. Intanto, stando a quanto si legge sul Corriere della Sera di oggi, pare che l’intenzione del consorzio orientale sia scegliere un presidente cinese per la società.

Ai vertici del Milan, dopo l’acquisizione da Fininvest, ci saranno sicuramente tantissimi sconvolgimenti e sarà interessante assistere a come verrà ridisegnato l’organigramma. Quello che sembra quasi certo è il ruolo di Silvio Berlusconi. Dopo trent’anni da patron del club di via Aldo Rossi, sembra destinato comunque a non andare via a restare invece come presidente onorario.

Questo suo ruolo gli permetterà di vigilare sull’operato dei nuovi proprietari, i quali dovranno muoversi su un terreno a loro ancora non molto congeniale.

LEGGI ANCHE: