Milan-Torino – Andiamo a vedere i moduli che verranno utilizzati dalle due squadre nella prima di campionato.

Andiamo verso la prima di questa Serie A 2016/17, i ragazzi di Montella dovranno trovarsi subito contro il loro passato, perché nella panchina dei granata siede un certo Sinisa Mihajlovic, alla guida dei rossoneri nella scorsa stagione 2015/16 prima dell’esonerò che portò il Milan ad essere guidato dal traghettatore Brocchi.

Andando ad analizzare la partita nei dettagli tattici, vedremo la squadra di Montella che potrebbe disporsi con un 4-3-3 a specchio della compagine di Sinisa Mihajlovic. Montella, dovrà arrangiarsi con i giocatori che già aveva al suo arrivo a Milano.

Il mercato bloccato non ha aiutato il tecnico del Milan che aveva intenzione di giocare con il 4-3-1-2, con un trequartista di grande caratura, non avendolo, l’aeroplanino non ha intenzione di utilizzare Honda (almeno per ora) e Bonaventura lo ritiene più utile come mezzala (visto nell’amichevole con il Friburgo), oppure come esterno di attacco nel 4-3-3.

Con l’arrivo di Montella si cominciò a parlare anche di 3-5-2, con la manovra che poteva iniziare dalla retroguardia con difensori abili nell’impostazione palla a terra. Non avendo difensori abili nel palleggio, ma soprattutto non molto duttili per posizionarsi in una difesa a tre, sembrerebbe che il tecnico almeno per adesso abbia accantonato l’idea.

Stuzzica anche l’idea 4-2-3-1 con Kucka e Montolivo a centrocampo, rispettivamente incontrista e regista e dietro a Bacca (punta centrale) si posizionerebbero: Bonaventura, Bertolacci e Honda. Sarà curioso vedere come metterà in campo questo nuovo Milan il tecnico Vincenzo Montella.

LEGGI ANCHE: