Milan venduto ai cinesi – Colpo di scena nella trattativa per la cessione del Milan: Galatioto e Gancikoff esclusi da una seconda cordata.

Sembrerebbe ufficiale la cessione del Milan. Il gruppo Fininvest, proprietaria del club rossonero per il 99,93% delle quote ha incontrato i dirigenti della nuova cordata cinese, che ha firmato per l’acquisto della società di via Aldo Rossi.

Nella nuova cordata non sono presenti i mediatori Galatioto e Gancikoff. Un blitz della nuova cordata rappresentata dal dirigente Yonghong Li, che, come riporta la Gazzetta dello Sport, ha firmato per l’acquisto del club milanese. Berlusconi ha chiesto garanzie e chiarezza, i nuovi proprietari verseranno 700 milioni di euro per l’acquisto del club (debiti compresi) e le richieste di Berlusconi per rendere il club competitivo in pochi anni sembrerebbero siano state concordate dalla cordata asiatica.

Come si legge nella nota ufficiale: “Con l’accordo gli acquirenti si impegnano a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario, per un ammontare complessivo di 350 milioni di euro nell’arco di tre anni, di cui 100 milioni da versare al momento del closing”.

LEGGI ANCHE: