Mondiali 2014, Spagna eliminata al primo turno

I Mondiali 2014 in Brasile hanno già una prima eliminata di lusso. La Spagna, campione del Mondo in carica, è già fuori dalla competizione dopo le due brutte sconfitte rimediate contro Olanda e Cile. Per le furie rosse un ciclo che  finisce dopo 6 anni in cui ha vinto praticamente tutto (Mondiali in Sudafrica nel 2010 e due Europei consecutivi nel 2008 e nel 2012). La scoppola per 5 a 1 rimediata all’esordio contro l’Olanda era più di un campanello d’allarme. Pochi minuti fa è arrivata anche il secondo k.O consecutivo contro il Cile per 2 a 0 che esclude i campioni in carica da questo Mondiale.

Ormai il Girone B è già deciso con Olanda e Cile a quota 6 e già qualificate mentre Spagna e Australia fuori a quota zero punti. L’ultima giornata servirà solo a decretare la squadra che arriverà prima nel girone. Per la nazionale iberica un Mondiale da dimenticare soprattutto dal punto di vista difensivo, in due match ben 7 i gol subiti a fronte di una sola rete realizzata.

Numeri impietosi per una delle squadre super favorite in questo Mondiale. Il volto di questo declino è tutto in quello del portiere Iker Casillas che dopo la disastrosa prova contro l’Olanda ha avuto qualche colpa anche nella seconda rete cilena. Non sono da meno i difensori, incerti e stanchi i due centrali titolari, Sergio Ramos e Pique,  in attacco è stato a dir poco inguardabile Diego Costa mentre  l’unico sufficiente è stato il solo Iniesta, ultimo ad arrendersi. Insomma, un Mondiale da incubo per i campioni spagnoli. 

Leggi anche -> Spagna-Cile 0-2 video ampia sintesi e highlights
Leggi anche -> Spagna fuori dal Mondiale: le reazioni dei quotidiani spagnoli
Leggi anche -> Mondiali 2014: Nel Girone B Olanda e Cile già qualificate agli ottavi
Leggi anche -> Spagna-Cile (Mondiali 2014), tifosi cileni distruggono sala stampa