Morto un tifoso in Bulgaria-Inghilterra, le Ultime Notizie

Alla fine è terminata 0-6, ma quanto è accaduto in Bulgaria-Inghilterra sul campo diventa secondario, sarebbe infatti morto un tifoso inglese, inoltre la partita è stata più volte sospesa per cori fascisti durante l’incontro da parte dei tifosi di casa.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


Cosa è accaduto a Sofia

25 anni fa, era il Mondiale 1994, la Bulgaria, capace di eliminare alle qualificazioni la Francia, diventava la sopresa di quella rassegna, eliminata in semifinale dall’Italia e poi arrivata quarta. In quei campionati del Mondo negli U.S.A, mancava a sorpresa l’Inghilterra. Un quarto di secolo dopo, il calcio bulgaro non ha saputo ripetere quei fasti, solo una partecipazione agli Europei 2004, mentre quello inglese, vissuto tra alti e bassi, sta avendo un presente ricco di giocatori di livello.

Ieri sera, si sono affrontate le due Nazionali, in campo non c’è stata storia, 6 le reti rifilate dall’Inghilterra ai bulgari, ma a far notizia, sono stati i diversi episodi di razzismo dei tifosi di casa nei confronti di giocatori inglesi di colore, oltre al saluto romano proposto in più circostanze, tanto da costringere nel primo tempo l’arbitro a sospendere la partita, mentre il capitano della Bulgaria, Ivelin Popov, si è poi messo a sedare gli animi del pubblico.

La morte del tifoso inglese

Ad aggiungersi a queste vicende, anche la notizia secondo cui un tifoso inglese sarebbe morto per circostanze poco chiare, anche se alcune indiscrezioni sarebbero da confermare. Dopo le squalifiche di Romania, Ungheria e Slovacchia per episodi analoghi, con relativi incontri casalinghi disputati a porte chiuse e quanto sta succedendo in Turchia, l’avvenimento in Bulgaria è l’ennesima conferma di come in Europa si stia creando un clima degenerativo, con ripercussioni negative sul mondo del calcio.