Moviola in campo, Collina: "Non tutti ne sono soddisfatti"

“Negli sport tipo il rugby in cui essa è presente non  tutti sono soddisfatti della moviola in campo” è questa la frase più significativa detta in un intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport dal dirigente arbitrale e attuale designatore Uefa Pierluigi Collina, il quale dal canto suo si è detto abbastanza contrario all’utilizzo della moviola.

Collina afferma che rispetto al passato c’è una maggior propensione ad accettare l’utilizzo della moviola in campo: “Lo scorso anno l’Ifab aveva rifiutato anche il solo parlare della moviola in campo mentre quest’anno ha dimostrato un’apertura maggiore a tale argomento, dato che si è detta disposta a riparlarne” . Il dirigente arbitrale dal canto suo si dice contrario all’utilizzo di tale tecnologia: “Ritengo che ogni sport abbia le proprie caratteristiche e quelle del calcio poco si adattano con le interruzioni ed i replay. Inoltre negli sport in cui essa viene usata, tipo il rugby non  tutti sono soddisfatti della moviola in campo” 

Collina chiude l’argomento giustificando gli errori dei guardalinee: “Per un assistente è praticamente impossibile valutare un fuorigioco di pochi centimetri ed e assurdo per tanto chiedere di accettare l’errore per una valutazione impossibile da fare”. Quale sarebbe per tanto la soluzione da adottare per Collina?: “Bisogna cambiare le regole”.