Moviola in Campo, Nicchi: “Non è la soluzione ai problemi”

“La moviola in campo non è la soluzione ai problemi”. Lo ha detto il capo degli arbitri Marcello Nicchi che nel corso dell’intervista a Radio Anch’io lo Sport, dopo aver discusso e difeso l’operato del direttore di gara Rocchi nel corso della gara Juve-Roma che ha suscitato tante polemiche, ha voluto far sapere cosa pensa dell’introduzione della moviola in campo. A precisa domanda del conduttore la risposta è stata sibillina: “Siamo disponibili a ogni sperimentazione, anche se non è questa la risoluzione dei problemi”. Tra l’altro uno scontro c’era già stato negli scorsi mesi con il presidente del Coni Malagò proprio su questo tema.

Un’apertura che poi è stata così giustificata: “Tavecchio mi ha chiesto di sperimentare la moviola e io ho detto subito si. Ma, una cosa è la tecnologia, una cosa la moviola”. Insomma è una cosa che bisogna fare perché ci è stata chiesta, ma ne possiamo fare benissimo a meno perché “…ci sono i costi: vale la pena per uno o due episodi installare 28 telecamere in un’area di rigore?”, ha aggiunto Nicchi che in passato invece ha dichiarato che sarebbe la morte del calcio.

Lo stesso ex arbitro ha poi voluto sottolineare come non bisogna fare nessun confronto tra l’uomo e la macchina: “Sarebbe terrificante Non vorrei che la Serie A diventasse una Playstation. Gli stadi sono vuoti e, se finisce il giochino, cosa facciamo? Chiudiamo gli stadi di Serie A?”.

Leggi anche: