Nespole e diabete: fate attenzione. Ecco come mangiarle!

Nespole e diabete: come fare attenzione? Le nespole sono degli ottimi prodotti della natura, ma chi soffre di diabete deve stare attento a tutto. Infatti, ogni cibo ha la sua dose di zuccheri e questo può portare a un alto livello di glicemia. Si deve stare attenti alle nespole, oppure si possono mangiare tranquillamente due volte al giorno? Ecco cosa dice la scienza medica in proposito e cosa fare per poter mangiare le nespole senza rischi per la salute delle persone che soffrono di diabete o semplicemente vogliono evitare un livello di glicemia troppo alto per tutelare il proprio benessere.

Nespole e diabete vanno d’accordo?

Nespole e diabete vanno d’accordo? Purtroppo, tutto dipende dal livello di glicemia nel sangue. Infatti, le nespole hanno un indice glicemico di 55. Questo le rende ottime come il kiwi per chi soffre di diabete, ma chi ha già un tasso glicemico molto alto vede nei 2 punti di differenza nell’indice glicemico un segnale a cui prestare attenzione. 

Le nespole sono di origine giapponese e hanno tantissime proprietà. Per esempio, sono un’ottima risposta naturale contro i problemi cardiovascolari e proteggono la pelle, soprattutto nel periodo invernale. dove le difese immunitarie sono più sollecitate. 

Il basso apporto di grassi e l’alta concentrazione di acqua (circa l’87%) rende le nespole anche ideali per chi non riesce a sentire lo stimolo della sete e cerca dei cibi che gli permettono di bere meno acqua. 

Se per una persona senza particolari problemi di salute le nespole non sono un problema e si possono mangiare tranquillamente, chi ha il diabete deve stare molto attento alle porzioni che mette a tavola. 

Infatti, un uso eccessivo di nespole porta anche un’intossicazione, che si chiama intossicazione da acido cianidrico. Oltre a questo acido, bisogna fare attenzione ai glucosidi cianogeni, tra cui puoi trovare l’amigdalina. Questa sostanza è letale in alte dosi, mentre se mangi una sola nespola non crea problemi. 

Anche una persona normale, può avere problemi di salute, come mal di testa e nausea, si esagera con le nespole. Il diabetico deve anche fare i conti con l’indice glicemico: più nespole mangi, più le controindicazioni aumenteranno. Consigliamo di utilizzarla soprattutto in dolci, gelati, dessert oppure marmellate. È importante non mangiarla mai da sola: puoi utilizzarla come sfizio ogni tanto quando ci sono le feste, oppure comunque non più di una volta alla settimana. 

Le nespole hanno anche importanti proprietà benefiche: alleviano i problemi ai reni, migliorano la salute delle cellule nel sangue (perché hanno diversi sali minerali tra cui: magnesio, manganese, rame e ferro). In più, proteggono la pelle e la ringiovaniscono grazie all’alta fonte di vitamina A e alla sua azione antiossidante.

Quando mangiare nespole con il diabete

Nespole e diabete non vanno molto d’accordo. Chiedi sempre consiglio al tuo medico, per capire se le nespole possono influenzare in qualche modo i farmaci che prendi. Come sempre, se hai i primi sintomi di allergia o di intolleranza, evita assolutamente di utilizzare nella tua dieta le nespole. Se il medico non ti crea problemi per l’assunzione, cerca comunque di mangiare le nespole ogni tanto, come sfizio. Se non esageri, non ci sono rischi se soffri di diabete. Preferisci frutta fresca di stagione, magari anche proveniente dall’Italia. Così, avrai la certezza che stai tenendo sotto controllo la glicemia nel modo migliore.