Notizie Inter, Cambiasso: "Vogliamo arrivare in Champions"

Il calciatore dell’Inter Esteban Cambiasso ha partecipato ieri sera al programma InterNos su Inter Channel. El Cuchu ha rilasciato importanti dichiarazioni nel corso dell’ottava puntata del suddetto programma.

 “Mi sento parte di questo Club, lo sanno tutti quelli che sono intorno a me. E’ impensabile dimenticare tutto quello che ho vissuto e che sto vivendo con e grazie a questi colori. Sarò sempre parte di questa Società e di questa famiglia. Io allenatore? Tutti mi vedono così ora, ma poi il ruolo di allenatore ha a che fare con una marea di cose che non sono semplici. Di sicuro, qualsiasi cosa andrò a fare sono consapevole sarà qualcosa che ho raggiunto guadagnandomela, non perché sono stato un bravo calciatore. Se dovessi scegliere un mio vice? Queste sono scelte di vita. Potrei ipotizzare di lavorare con mio fratello, ma lui vive in Argentina, o se dovessi pensare a qualcuno dei miei compagni dico che con Diego potrei lavorare tranquillamente perché pensiamo in modo simile il calcio, ma siamo diverse come persone e questo è fondamentale. Potrebbe essere anche Pupi, ma non per primo o secondo, per lavorare insieme”. Sono queste le parole di Cambiasso a chi gli chiede del suo futuro.

Esteban Cambiasso

L’intervista al nerazzurro continua con una domanda su un possibile posto in Champions League per gli interisti: “Noi vogliamo stare più in alto possibile. Abbiamo tanta voglia di fare bene e in una Società come questa fare bene significa arrivare più in alto possibile. Certamente, per come sono fatto io non verrò mai a dire arriveremo qui o arriveremo li. Posso dire che ce la metteremo tutta”.

I ricordi vagano nella mente ed è un attimo andare a pensare alla notte di Madrid: “E’ stato un traguardo, un’emozione ancora più grande perchè sapevo quanto ci tenevano tutti i tifosi, io l’aspettavo da 15 anni ma c’era chi l’aspettava da 45 anni”.

Leggi anche -> Probabili Acquisti, Thohir a Milano lavora per il Mercato di Gennaio

Leggi anche -> Ultimissime Inter: Thohir pranza alla Pinetina con Moratti