Notizie Inter, D'Ambrosio: "Voglio migliorare con Mazzarri"

L’esterno dell’Inter Danilo D’Ambrosio ha rilasciato un’intervista durante la puntata di ieri di Inter Nos, parlando del suo arrivo a Milano a gennaio e di come si sia ambientato in maglia nerazzurra. Acquistato dal Torino, D’Ambrosio è arrivato per la prima volta in una grande squadra, ma il ragazzo non si è lasciato sottomettere dalla pressione: “All’inizio ho sentito l’impatto con il nuovo ambiente, passare dal Torino ad una squadra come l’Inter non è di certo facile, ma dopo l’esordio da titolare contro il Verona è passato tutto. Nel match contro i gialloblù ero tranquillissimo, soltanto i primi tempi c’era un po’ d’ansia ma penso sia normale. D’altronde giocare nell’Inter è un sogno per chiunque“.

D’Ambrosio ha poi rivelato una curiosità, all’età di 15 anni rifiutò un’offerta del Chelsea per accasarsi alla Fiorentina: “Decisi di trasferirmi a Firenze concordando il tutto con la mia famiglia. Ero molto giovane, e andare a Londra significava dividere i miei genitori, che avrebbero dovuto tenere me in Inghilterra e mio fratello qui in Italia. Invece decidemmo di andare tutti insieme a Firenze. Adesso le strade mie e di mio fratello si sono divise (lui gioca nel Lecce), ma spero sempre di poterlo ritrovare un giorno. Quello che mi ha sostenuto di più nella mia carriera è stato mio padre – ha proseguito D’Ambrosio – prima che arrivassi a Milano dopo ogni partita mi diceva: “abbiamo messo un altro piccolo mattoncino”. Adesso credo che la casa sia stata costruita“.

L’ex Torino parla del rapporto con i suoi compagni e con l’allenatore Walter Mazzarri: “Da quando sono arrivato qui ho subito legato con tutti, in questo spogliatoio sono tutti simpaticissimi. Soprattutto Yuto (Nagatomo ndr), che ci fa divertire in continuazione. Anche loro sono stati fondamentali per il mio ambientamento. Con Mazzarri invece c’è un bel rapporto, adesso penso soltanto a migliorare insieme a lui e grazie alle sue indicazioni. Io aspetto il mio turno e rispetto le sue scelte. Il mister punta molto sugli esterni, quindi devo imparare ciò che lui vuole e così posso solo migliorare“.

Leggi anche –> Rolando vicino al riscatto, firmerà un biennale

Leggi anche –> Inter, parla Crisetig: “Sogno la maglia nerazzurra”