Notizie Inter, la conferenza stampa di Walter Mazzarri alla vigilia di Inter-Juventus

Alla vigilia dell’attesissimo derby d’Italia Inter-Juventus, il tecnico nerazzurro Walter Mazzarri ha risposto ad alcune domande durante la conferenza stampa che si è tenuta pochi minuti fa nella sala stampa dello stadio Giuseppe Meazza.

Alla domanda riguardo il vero significato di Inter-Juventus secondo la sua opinione, il tecnico di San Vincenzo risponde: “Ieri sono rientrati gli ultimi giocatori dalle Nazionali e quindi non ho potuto fare un discorso come si deve a tutti, mi sono raccomandato che fossero lucidi per oggi e recettivi per quello che dirò. Poi cercheremo di guardare le prestazioni e correggere. Quello che ho fatto con quelli più lucidi è stato correggere gli errori di Catania, dove sono stati loro ad avere la prima occasione. Bisogna essere attenti dal primo minuto. Questo dà l’idea di quello che dirò ai ragazzi oggi, ovvero di guardare noi stessi. Se noi stiamo attenti in fase passiva e riusciamo a sviluppare in fase attiva, possiamo dare fastidio”.

Interviene inoltre sulle parole rilasciate verso di lui da Aurelio De Laurentiis, Presidente del Napoli, che lo ha giudicato come un buon allenatore, ma con un’esperienza alle spalle soltanto italiana: “Quello che dicono gli altri su di me non mi è mai interessato, ho sempre fatto i fatti. Mi interessa solo il parere di chi ho allenato. Non credo cambi molto a livello internazionale o nazionale quando fai le cose in un certo modo”.

Inter Juventus

Riguardo alla domanda relativa al possibile inserimento di Diego Milito contro la Juventus, (la curiosità preferita, forse, dai tifosi interisti ultimamente, che sognano di rivedere presto in campo “Il Principe”), l’allenatore toscano risponde che lo convocherà, ma che non se potrà essere in campo: “Ho parlato ieri col ragazzo, sappiamo tutto io e lui. Lo convoco ma la forma non è ancora quella migliore. Ora vediamo quanto cresce in questi giorni. Lui è un ragazzo eccezionale, sa che bisogna fare sempre l’interesse della squadra”.

Sulla domanda circa i suoi rapporti con Antonio Conte, attuale tecnico bianconero, risponde sibillino:
“Non so cosa a si riferisca. Se c’è stato qualcosa da parte mia che l’abbiano infastidito dovete chiederlo a lui. L’unica cosa che dissi nei suoi riguardi e per me era un complimento, era che quando vennero a Napoli cambiarono modulo, cosa intelligente”.

Leggi anche -> Inter-Juventus: Probabili Formazioni ed Ultime News

Leggi anche -> Ultime Notizie, Inter-Juventus, Palacio: “E’ una finale”