Notizie Inter: Nerazzurri ultimi nella classifica basata sull'anno solare

L’Inter è la squadra col peggior rendimento del 2014. I ragazzi di Walter Mazzarri hanno infatti collezionato nelle prime 5 giornate del nuovo anno la miseria di un solo punto che, sommati ai sei punti nelle precedenti 5 gare di campionato, ne fanno una squadra con la stessa media punti di una piccola che lotta per non retrocedere: per intenderci Sassuolo, Udinese e Bologna hanno fatto meglio.

Come se non bastasse, l’Inter ha raccolto ieri sera una pesante batosta, per 3-1 a Torino contro la Juventus. La tattica utilizzata per affrontare i bianconeri è apparsa, decisamente errata. Il pressing non si è, praticamente, mai visto, e la Juventus ha potuto orchestrare con grande libertà tutte le manovre offensive, godendo di ampi spazi di manovra, e con Pirlo ispiratore e regista, indisturbato dell’ultimo passaggio, sempre decisivo. Nonostante il risultato fosse ampiamente nelle previsioni, ha stupito la disarmante arrendevolezza con cui i nerazzurri hanno affrontato la gara, senza il minimo ardore e la minima voglia di vincere.

Walter Mazzarri, al termine della gara, ha dichiarato ai giornalisti di aver ottenuto comunque, le conferme e le risposte che voleva da alcuni dei suoi giocatori. Fatto sta che molti dei giovani su cui è improntato il progetto Inter, ieri, e non è la prima gara che capita, hanno deluso, dimostrando di non essere ancora pronti per fare la differenza nelle gare che contano. Alvarez, Jonathan, Taider, hanno subìto una grossa involuzione rispetto al recente passato, sembrando solo i lontani parenti di quelli delle prime giornate di campionato.

Discorso a parte fa fatto per Kovacic. Il giovane croato classe ’94, è un giocatore di talento cristallino e su cui l’Inter ha fatto bene ad investire per il futuro. Ma al momento, non riesce a calarsi nel ruolo che vede per lui Mazzarri. Appare spesso fuori posizione, non ha ben chiare alcuni ruoli da ricoprire durante la fase difensiva – ieri il gol di Lichtsteiner è arrivato proprio a causa di una sua disattenzione in copertura – e per ultima non riesce a dare in attacco quella marcia in più di cui la squadra ha maledettamente bisogno. Serve tanta pazienza e molta fiducia da parte del mister che deve aspettarlo e soprattutto trovargli una corretta collocazione tattica.

Per quanto riguarda la preoccupante serie negativa di risultati inanellati dall’Inter, sorgono parecchi interrogativi. La squadra, infatti, è la stessa delle prime dodici giornate, in cui aveva collezionato 26 punti, rimanendo appaiata al quarto posto in classifica. Ora i giocatori, invece, sembrano svuotati di ogni energia fisica e mentale. Molti dei protagonisti del felice inizio di stagione sono calati drasticamente nel rendimento e anche gli elementi di maggior talento e classe – come Palacio, nelle ultime partite – stanno faticando a trovare buone prestazioni.

Non si può certamente imputare tutto al cambio di vertice societario, e anche Mazzarri ha le sue colpe. Ora di concerto col suo staff, deve trovare i giusti correttivi per raddrizzare la situazione, altrimenti l’annus horribilis di Stramaccioni rischia di non diventare poi tanto male, guardando a questa disastrosa Inter.

TUTTO SU JUVENTUS-INTER

Leggi anche–> Juventus-Inter 3-1, Taider: “Siamo giovanie  dobbiamo ancora imparare tanto”

Leggi anche–> Juventus-Inter 3-1, Analisi di una sconfitta che non sorprende