Notizie Inter, Taider: "Mi infastidisce non giocare. Devo lavorare per riguadagnarmi il posto"

È da qualche partita che non gioca più, poichè mister Mazzarri gli preferisce altri  giocatori, come Kuzmanovic e Cambiasso. Con l’innesto di Hernanes, inoltre, i posto disponibili in quella zona del campo sono diminuiti diminuiti e Saphir Taider non può che esser triste e rammaricato per questa situazione. Il giocatore francese, naturalizzato algerino, ha fin qui disputato 21 gare in campionato e messo a segno una rete.

Le volte in cui è stato chiamato in causa non ha mai impressionato e, colpa anche qualche errore di troppo, nelle ultime gare è rimasto sempre in panchina, senza entrare nemmeno negli ultimi scampoli della gara. Il centrocampista nerazzurro, appena sbarcato in Algeria dove disputerà l’amichevole con la sua nazionale che lo vedrà opposto alla Slovenia del suo compagno di squadra, Samir Handanovic, ha rilasciato un’intervista sul suo momento all’Inter: “È un momento strano. È la prima volta in questa stagione che resto in panchina per qualche incontro senza che giochi. È una situazione che devo accettare, è questo il prezzo che si paga quando si gioca nei grossi club europei. Mi da fastidio, quando si è ambiziosi si ha sempre voglia di giocare ogni gara per novanta minuti. Detto ciò, non sento la pressione e penso solo a lavorare per riguadagnare il mio posto da titolare […] Sono a Milano per lavorare e progredire. Sono immensamente fiero di poter crescere in un club come l’Inter e io sono convinto di migliorare di giorno in giorno”.

Infine, Taider ha affermato di sentirsi ancora regolarmente con l’ex attaccante nerazzurro, nonché suo connazionale, Belfodil. Sull’ex nerazzurro, ora a Livorno, l’algerino ha detto: “Ci sentiamo regolarmente. Lui si trova bene a Livorno. È un giocatore che farà bene lì, ne sono sicuro. Gli auguro di riuscirci”.

Leggi anche -> Taider: “Siamo giovani, dobbiamo ancora imparare tanto”