Notizie Inter, Thohir lavora alla crescita economica dei nerazzurri

Ha parlato anche il presidente dell’Inter Erick Thohir al convegno che si è tenuto ieri a Stanford Bridge, casa del Chelsea. Tanti i temi e i progetti futuri trattati dall’indonesiano durante il “Leaders Sport Business Summit”. Tra questi si è parlato del marchio nerazzurro e della volontà di esportarlo in America e soprattutto in Asia. Thohir ha sottolineato la crescita economica di cui il suo continente si sta rendendo protagonista. Il club deve essere un brand che si avvicina ai suoi tifosi più lontani. Per farlo, Thohir ha inserito in società nuove personalità che possano realizzare tutto questo, prendendo a modello le imprese americane e inglesi.

Secondo il presidente sarà importante trovare un giusto equilibrio tra sport e business. Durante il suo intervento è stato affrontato anche il tema stadio. Thohir ha confermato l’interesse dell’Inter ad avere un posto di ritrovo completamente nerazzurro aperto 365 giorni l’anno. L’indonesiano sta trattando sia con i vertici del Milan, sia con il comune di Milano per trovare la soluzione ideale. Dividere l’impianto con i cugini rossoneri non è più sufficiente, proprio in relazione a quanto detto a proposito di vedere il club come un brand del mercato.

I tifosi devono avere uno stadio di proprietà, accessibile, magari come museo o come centro commerciale, anche quando non ci sono partite in programma. In Italia la Juventus è l’unica ad avere già adottato questa tattica e la Roma ha avviato il progetto presentato a marzo. I prossimi vogliono essere i nerazzurri, per dimostrare che il club vuole tornare ad essere grande non solo sul campo, ma anche fuori. Da Londra Thohir ha dunque fatto capire che la società sta lavorando per il futuro, con una serie di progetti che vogliono esportare il marchio in America e soprattutto in Asia, dove i fans nerazzurri stanno aumentando radicalmente.

Leggi anche -> Inter, Appiano Gentile cambia nome?

Leggi anche -> Inter in Crisi, la soluzione arriva dal calciomercato?