Notizie Inter, Thohir: "Soddisfatto per la vittoria col Sassuolo. Hernanes determinante"

Dopo la gara vittoriosa contro il Sassuolo di Malesani, anche Erick Thohir è tornato a parlare, rilasciando alla Gazzetta dello Sport un’intervista nella quale si dice molto soddisfatto per aver visto tornare alla vittoria la sua squadra: “Era importante sbloccarsi dopo un periodo difficile”.

In modo particolare, il magnate indonesiano è più che soddisfatto dell’innesto in rosa del suo ultimo acquisto, Hernanes che, come ribadito anche da Ausilio nel corso della presentazione ufficiale del centrocampista brasiliano, è arrivato a Milano grazie ad un sacrificio economico del Presidente. Queste le parole del Tycoon sull’ex Lazio: “Credo che l’innesto di Hernanes sia stato fondamentale. Intanto perché con la sua qualità il gioco ora si sviluppa per vie centrali e non soltanto sugli esterni. Poi perché con il brasiliano abbiamo un uomo che può fare ciò che vuole con entrambi i piedi e soprattutto battere corner e punizioni. Un aspetto fondamentale in un calcio in cui è sempre più difficile sbloccare le partite”.

Tuttavia, non manca di esprimere un po’ di preoccupazione per le condizioni fisiche del calciatore che, dopo il match con i verdenero ha riscontrato un affaticamento all’adduttore e che, seppur sembra esserci un certo ottimismo in casa Inter, non è certo che possa prender parte alla prossima importante gara contro la Viola: “Spero non sia nulla di grave in vista della sfida di sabato contro la Fiorentina. Domenica mi è piaciuto, ma sono certo che possa crescere ancora molto a livello di condizione e di intesa con i compagni. E poi…Contro il Sassuolo, del corner calciato da Hernanes ha beneficiato Samuel, che ringrazio anche perché si è dimostrato un grande professionista. Ma l’effetto più immediato l’ho notato su Guarin. Ho avuto la sensazione che la presenza del brasiliano lo abbia alleggerito delle pressioni che lo frenavano. Ho trovato Fredy più intraprendente, libero di sganciarsi, cercare la giocata e il tiro. Presto troverà anche la porta”.

Il presidente nerazzurro non sembra esser, invece, preoccupato dalla sterilità offensiva dei suoi attaccanti, Palacio e Milito: “Sono ottimista. Anche se non segna, Palacio non fa mai mancare il suo contributo in termini di corsa e assist. Milito sta tornando e spero che il problema emerso sia di poco conto. Poi non vedo l’ora di ammirare Icardi. Credo sia giunto il suo momento e spero di vederlo in campo già a Firenze. Così come mi aspetto tanto da D’Ambrosio. Era importante che arrivasse subito. Sulle fasce non potevamo rimanere soltanto con Jonathan e Nagatomo”.

Un Thohir sereno e alquanto ottimista, quindi, quello che emerge dalle dichiarazioni rilasciate alla Rosea, che smorza le tensioni precedenti alla gara con il Sassuolo, permettendo così ai suoi giocatori e a mister Walter Mazzarri di lavorare con la giusta tranquillità per questo proseguo di stagione.

Leggi anche–> Fiorentina-Inter: Come si avvicinano i Nerazzurri al match contro la Viola

Leggi anche–> Thohir espande il marchio Inter: Ecco la rivoluzione