Notizie Inter, Thohir: "Vogliamo costruire qualcosa di importante per i prossimi tre anni"

Il presidente nerazzurro Erick Thohir è da qualche ora sbarcato in Italia. Come promesso, dopo meno di 15 giorni l’indonesiano torna a Milano, dove ha lasciato delle questioni in sospeso da definire, non ultima quella relativa all’incontro con Zanetti che la scorsa volta era saltato per motivi di impegni. Intervistato alla Malpensa ai microfoni di Fc InterNews, il Tycoon ha dichiarato: “Vogliamo costruire qualcosa di importante per i prossimi tre anni. Abbiamo preso Hernanes, che ha una leadership a centrocampo, e Vidic, che è un leader in difesa. Dobbiamo aggiungere nuovi giocatori per la prossima stagione. Credo che ci sarà maggior stabilità nel club e ci dovrà essere una età media di 26 anni e mezzo”.

Interpellato in merito alla squalifica inflitta dal giudice sportivo Tosel e Juan Jesus per aver colpito con una gomitata il giallorosso Romagnoli, Thohir ha detto: “È una decisione presa dalla Lega. Credo che la Serie A debba essere pronta a cambiamenti in tal senso, per competere con le altre maggiori leghe nel mondo. Per crescere, servono buoni giocatori, ma anche buoni arbitri”.

Sui possibili investimenti che la società farà in estate, l’indonesiano ha dichiarato: “Ci saranno nuovi giocatori, ma, allo stesso tempo, valuteremo quelli che già abbiamo. L’aspetto più importante sarà trovare un equilibrio tra l’età e i ruoli in campo”. In merito ai rinnovi di Guarin e Palacio, Thohir ha detto che “Di questi argomenti se ne occupa Piero Ausilio, bisogna chiedere a lui”.

Infine, sulle parole di Frank De Boer che in una recente intervista avrebbe detto che l’aspetta un top club, il presidente nerazzurro ha dichiarato: “È un ottimo tecnico, ma non abbiamo mai parlato con lui, né io ho mai parlato di lui con gli altri dirigenti”.

Leggi anche–> Vidic all’Inter, Thohir: “È uno dei difensori più forti al mondo”