Notizie Inter, Zanetti: "Thohir costruirà una squadra forte e competitiva"

Il capitano dell’Inter ha rilasciato un’intervista a Sportpaper.it nella quale si dice entusiasta di esser tornato al calcio giocato, dopo tanti mesi di forzata inattività. Ha ribadito la sua ferrea volontà di continuare a giocare finché il suo fisico glielo permetterà e di non pensare al futuro ma di guardare giorno dopo giorno quello che succede, andando per obiettivi. “Il mio primo obiettivo era quello di tornare in campo dopo il brutto infortunio” – dice Zanetti – “Per il futuro posso confermare quanto già detto, sogno di fare il dirigente e spero di restare nella famiglia Inter anche una volta terminata la carriera da calciatore”.

L’argentino non ha lesinato di mandare un pensiero all’ex Presidente Massimo Moratti, definito tante volte da lui come un secondo padre. “Moratti è e resterà insieme a noi, adesso avrà al suo fianco altre persone che lavoreranno per il bene dell’Inter. Posso dire che Moratti resterà l’anima di questa società, darà il suo contributo per farla restare sempre in alto”.

Erick Thohir

Non poteva mancare un accenno a Thohir, nuovo Presidente dei nerazzurri: “Ha dimostrato sin da subito di avere le idee molto chiare. Ha avuto modo in questo primo periodo in Italia di rendersi conto di come viene vissuto il calcio da noi, saprà come comportarsi per portare l’Inter in alto”.

Infine, alla domanda sui futuri possibili nuovi acquisti dell’Inter, Zanetti glissa dicendo di non saperne nulla, ma di aver piena fiducia in chi se ne occupa: “Abbiamo dirigenti molto competenti e una società forte, lavoreranno al meglio per rendere la squadra sempre più forte e competitiva, questo è l’obiettivo”.

Leggi anche–> Zanetti: “Ho giocato a beach volley con Moratti”

Leggi anche–> Calciomercato Inter: a Giugno arriva Dzeko?

Leggi anche–> Zanetti in Vaticano per presentare un incontro di beneficenza