Notizie Juventus: derby di Torino, è polemica sui biglietti

Nonostante siano passati solo poco più di due giorni, il match disputato contro l’Hellas è ormai un lontano ricordo. La Juventus è già pronta a scendere nuovamente in campo questa sera al Bentegodi contro l’altra squadra di Verona, il Chievo.I bianconeri stanno fronteggiando un vero e proprio tour de force, già da domani infatti, Antonio Conte e i suoi si prepareranno per il derby contro il Torino che li vedrà impegnati domenica all’ora di pranzo allo stadio Olimpico.

Match tanto atteso quanto sentito, il derby della Mole è sempre stato conteso in una cornice gremita di tifosi di entrambi i club. Lo scorso anno la curva primavera, destinata ai tifosi ospiti, fu addirittura allargata (occupando parte del settore granata) vista la continua richiesta di biglietti da parte dei sostenitori della Juventus.

Quest’anno invece, il tanto atteso derby rischia di avere un pubblico meno popolato del previsto. Scarsissimo il numero di tagliandi venduti agli ospiti bianconeri.

Juventus-Torino

 Tre sono le ipotesi che spiegherebbero questa inattesa inversione di marcia: l’imminente match di Champions che la Juventus disputerà contro il Galatasary allo Juventus Stadium (mercoledi 2 ottobre). I tifosi potrebbero quindi aver deciso di investire nell’importante gara di coppa piuttosto che nel derby.
Il ritardo della società nella spedizione delle nuove tessere del tifoso: numerosi sostenitori che hanno validato la propria tessera per un altro anno non hanno ancora ricevuto conferma di avvenuto rinnovo. Ricordiamo che per le gare in trasferta, l’acquisto del biglietto nel settore ospiti richiede categoricamente il possesso di tessera del tifoso non scaduta.
Infine, il prezzo decisamente troppo elevato del tagliando: 46€ contro i 27€ dello scorso anno.

Il problema dei costi esorbitanti dei biglietti afflige purtroppo anche lo Juventus Stadium. 41000 i posti a sedere disponibili di cui 28000 circa riservati agli abbonati e 2000 circa per gli ospiti. Pochi sono quindi i fortunati che riescono a vedere dal vivo i loro beniamini e spesso per aggiudicarsi un posto sono costretti a percorrere vie traverse sborsando una vera fortuna. Forse, in tempi come questi, prezzi più abbordabili, maggiore onestà, meno polemiche e più calcio giocato riuscirebbero a riempire gli stadi e a regalare a tutte le squadre il giusto supporto da parte dei propri tifosi.

 

Leggi anche–> Chievo-Juventus: formazioni, Llorente e Quagliarella in attacco
Leggi anche–> Chievo-Juventus, chi schierare e chi evitare al Fantacalcio