Notizie Juventus: Fernando Llorente, bidone o top player?

Quello di Fernando Llorente, secondo alcuni giornali, starebbe diventando un caso all’interno della Juventus, visto lo scarso utilizzo dell’attaccante basco da parte di Antonio Conte. La reatà è che nell’ultimo anno passato all’ Athletic Bilbao, Llorente non è quasi mai stato utilizzato dal tecnico Bielsa a causa di alcuni problemi di carattere contrattuale, quindi pensare che la Juventus si sia accaparrata un bidone è prematuro. Il ragazzo deve riprendere i ritmi di gioco, la forma migliore, ma sopratutto ambientarsi nella nuova realtà e inserirsi negli schemi tattici del tecnico salentino.

Antonio Conte allenatore Juventus

Le caratteristiche di Llorente sono del classico centravanti boa, vista la stazza, unita ad un’ottima tecnica. La carriera del centravanti basco è partita dal Funes, passando per il River Ebro, club del suo paese natale, fino ad arrivare all’Athletic Bilbao dove approdò a soli 11 anni e in cui ritornò dopo alcune stagioni in prestito al Baskonia e alla seconda squadra dell’Athletic.

Nei primi anni al San Mamés (lo stadio dell’Athletic Bilbao) non è mai stato particolarmente prolifico, causa alcuni infortuni e tanta sfortuna; ma negli ultimi 6-7  anni si è affermato come uno dei migliori centravanti europei segnando un buon numero di gol. La stagione della coronazione è stata il 2010 con la conquista del Mondiale sudafricano con la sua Nazionale e inoltre, 2 anni fa fu uno dei protagonisti del raggiungimento della finale di Europa League poi persa contro l’Atletico Madrid.

Parlare male di un giocatore come Llorente appare quasi grottesco visti i numeri. Lo scarso utilizzo del giocatore nelle prime giornate di campionato è dovuto soltanto al fatto che il basco deve riprendersi al meglio, dopodichè Antonio Conte lo inserirà nel suo scacchiere al pari degli altri titolari.

 

Leggi anche–> Youth League: Copenaghen-Juventus 2-2Leggi anche–> Champions League: focus sul Copenaghen, primo avversario della Juventus
Leggi anche–> Notizie Champions: Copenaghen-Juventus, probabili formazioni