Notizie Milan: Mercato bloccato per colpa di Kakà?

Aspettare, sempre aspettare, ma questo non conviene mai, soprattutto in un settore quale il calciomercato. Infatti, negli ultimi anni, il mercato del Milan è sempre inizialmente bloccato, per le difficoltà di trovare squadre che siano in grado di attribuirsi stipendi faraonici di giocatori non più indispensabili. Anche quest’anno, la situazione va a ripetersi, sempre con protagonisti i soliti noti: Mexes, Robinho e lo stesso Kakà, e tutto questo non fa altro che  favorire le concorrenti, che arrivano per primi sugli stessi obiettivi rossoneri, come successo con Tevez  l’anno scorso.

Liberarsi di uno di questi elementi consente alla società di risparmiare sui loro ingaggi e di investire nel mercato con più disponibilità economiche, in particolar modo se uno di questi sia proprio Kakà (4 milioni di euro all’anno più bonus). Il brasiliano ha deciso anzitempo di lasciare il club rossonero per motivi familiari, il suo desiderio è di tornare a giocare nel club carioca che lo ha lanciato, il San Paolo, rifiutando anche altre destinazioni, come l’altro club brasiliano il Gremio.

Inzaghi non certo si strappa le vesti in caso di partenza del brasiliano, il suo desiderio è avere a disposizione una squadra giovane e veloce, tutte caratteristiche che non appartengono più al giocatore carioca. La partenza di Kakà come quella di Robinho, insieme ad altre cessioni della rosa, sbloccherebbe il mercato del Milan, puntando su giocatori, come l’argentino Iturbe, che sollevano il tasso di qualità della squadra per tornare a puntare su obiettivi prestigiosi che tanto mancano ai tifosi rossoneri e allo stesso Presidente Berlusconi.

Leggi anche: