Palermo-Inter, l'analisi della partita

Il posticipo di domani sera vedrà di fronte Palermo-Inter, nella gara valida per la terza giornata di campionato. Per una corretta analisi della partita è importante conoscere lo stato d’animo con cui le squadre si ritroveranno al Barbera dopo l’ultimo precedente dell’aprile 2013, quando i rosanero vinsero di misura con una rete di Ilicic. In quella gara, molti tifosi lo ricorderanno, ci fu anche il grave infortunio al tendine d’Achille di Javier Zanetti.

Il Palermo è a caccia della prima vittoria, dopo il pareggio ottenuto con la Sampdoria e la sconfitta di misura con l’Hellas Verona. L’Inter vuole confermare l’ottimo momento derivato dalle vittorie in Europa League e con il Sassuolo. Entrambe le squadre, insomma, vogliono i 3 punti. Per questo si prevede una sfida agguerrita. Mazzarri ritrova il suo guerriero di centrocampo, Gary Medel, e recupera Vidic, dopo la squalifica di settimana scorsa.

Iachini dovrebbe rispondere con l’ennesimo modulo dei nerazzurri, il 3-5-2. Per il futuro del tecnico la gara di domani è fondamentale. In campo vedremo probabilmente l’esordio di Bamba in difesa, a contrastare gli attacchi dei giocatori interisti. A questo proposito, ancora incerta la presenza di Kovacic, non al meglio della condizione. In ogni caso, Palermo-Inter promette di essere una grande sfida, dove nessuno potrà permettersi distrazioni.

TUTTO SU PALERMO-INTER

Leggi anche–> Palermo-Inter, Iachini: “Occhio a Icardi”