Milan-Palermo 0-2, Diego Lopez: "Gli avversari ci sono stati superiori"

Il Milan, dopo la sconfitta subita in casa per 2-0 ad opera del Palermo, esce da San Siro con molti dubbi e poche certezze. Nelle dichiarazioni post-gara Diego Lopez ha evidenziato l’approccio sbagliato alla partita della squadra, ammettendo la superiorità dimostrata dagli avversari: “Non siamo entrati in partita concentrati, non eravamo ben connessi. Loro hanno giocato bene, hanno sempre controllato la partita e si sono dimostrati superiori a noi. E’ stata una partita molto particolare, molto complicata per noi. Ora però dobbiamo rialzarci e pensare alla prossima partita”.

Il portiere spagnolo, che è risultato il migliore in campo dei rossoneri, ha difeso il suo compagno Zapata, complice in negativo su entrambe le reti del Palermo prima con un autogol e poi facendosi bruciare in velocità da Dybala che successivamente ha freddato Lopez con un gran diagonale di sinistro: “E’ sempre molto difficile per un difensore entrare a freddo in campo. Zapata, però, ha fatto il suo dovere facendo bene la sua partita, noi dobbiamo sempre supportarci e aiutarci a vicenda per poter migliorare. Oggi in difesa è stata una partita molto difficile un po per tutti perché loro in attacco erano forti ed erano organizzati bene”.

Diego Lopez, infine, cerca di lasciarsi alle spalle la brutta batosta contro i rosanero e guarda già alla prossima sfida contro la Sampdoria e alla possibilità di riscattarsi subito contro un avversario che sta facendo molto bene in campionato: “Contro la Sampdoria sarà una partita cruciale per noi, dobbiamo affrontarla come una finale, da vincere o morire. E’ un bene che affrontiamo una squadra tosta e in forma come i blucerchiati. Preferisco affrontare avversari come loro in questo momento perchè ti permettono di tenere alta la tensione. Da domani ci metteremo subito al lavoro per migliorare e fare bene”.

Leggi anche: