Parma Fallito, Lucarelli: “Paghiamo di tasca nostra per giocare”

Non si tira indietro il capitano del Parma Alessandro Lucarelli e nonostante il Parma sia sull’orlo del fallimento, con una partita contro l’Udinese che domenica non è stata possibile giocare, ha deciso di prendere la parola affinché i ducali possono tornare sul terreno di gioco per onorare la stagione: “Siamo pronti a tassarci noi giocatori pur di giocare”, ha fatto sapere il difensore centrale. “Siamo disposti a pagare la trasferta noi pur di giocare a Marassi. Se il Parma viene messo in condizioni di giocare, giocherà. Potevamo giocare anche domenica a porte aperte davanti ai nostri tifosi”, ha fatto sapere il capitano.

La situazione di gravità Lucarelli e i suoi compagni l’hanno capita a novembre: “Quando c’è stata la scadenza di novembre e non sono stati pagati gli stipendi abbiamo capito della gravità della situazione, le responsabilità vanno ricercate su chi gestiva la società e chi ha permesso che si arrivasse a questo punto”. Poi su Manenti è molto duro: “Sta perdendo quella credibilità che la squadra gli aveva dato. Personalmente per ripartire sono disposto anche a giocare in Serie D, do la mia piena disponibilità”.

Leggi anche: