Parma-Milan 4-5, Ghirardi contro Massa: "Felipe non andava espulso"

E’ un Ghirardi deluso e amareggiato quello che, ai microfoni di RadioRai, commenta Parma-Milan. Partita rocambolesca e che ha visto trionfare i rossoneri per 5-4, ma con qualche pecca della terna arbitrale. Il presidente dei ducali critica l’operato dell’arbitro Massa, in particolare l’espulsione inesistente di Felipe che ha riportato le due squadre in parità numerica, – il Milan era in 10 uomini per la doppia ammonizione rimediata da Bonera – impedendo al Parma di far leva su quell’uomo in più che avrebbe potuto far cambiare il risultato alla partita.

“Ieri ho visto delle cose che non vanno bene – ha esordito il presidente Ghirardi – e anche Donadoni, che è un allenatore che non si lamenta mai, ha avuto da ridire”. Il riferimento è alle decisioni prese dall’arbitro Massa che a parere del numero uno del Parma hanno compromesso la gara: “Può darsi ci sia ancora un po’ di tensione per l’esclusione dall’Europa League, ma l’espulsione di Felipe era inesistente”.

Errori arbitrali a parte, Ghiarardi ha potuto vedere al Tardini un Parma combattivo che deve ancora migliorare sotto alcuni aspetti: “Sono dispiaciuto, il risultato è stato in dubbio fino all’ultimo. Siamo stati ingenui, nei momenti fondamentali della partita abbiamo sbagliato l’affondo e concesso sempre il raddoppio al Milan. Con squadre importanti queste ingenuità alla fine si pagano”. Dall’altro lato, invece, si è visto un Milan ritrovato e rinato grazie alla cura Inzaghi cui Ghirardi fa i suoi complimenti: “Il Milan ha lo stesso tessuto dello scorso anno, ma Inzaghi ha trasmesso la voglia di vincere. Complimenti a lui”.

Leggi anche: