Pazzini, raggiunte 400 presenze in carriera: "Sono soddisfazioni"

Nella giornata di ieri Giampaolo Pazzini ha commentato, ai microfoni di Milan Channel, il personale traguardo delle 400 presenze in carriera raggiunto con la partita disputata contro il Cesena domenica scorsa. Traguardo importante di cui il Pazzo non ne era a conoscenza: “Non appena ho letto questa statistica mi sono documentato. Le presenza cominciano ad essere tante, sono soddisfazioni. Non sono ancora a fine carriera quindi per i ringraziamenti c’è tempo”.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


Tanti i ricordi di Pazzini legati alla sua carriera, tante le partite disputate e altrettanti i gol messi a segno. Difficile definire quale sia il ricordo più importante e da rivivere: “Mi piacerebbe rigiocare la partita del preliminare con la Sampdoria contro il Werder Brema e soprattutto quella che non ho giocato con il Milan contro il Barcellona di un anno e mezzo fa”. Intanto il Pazzo fissa già i prossimi obiettivi: “Ci sono i 100 gol in Serie A, ma più ci penso e meno segno, quindi è meglio non pensarci. Si avvicinano anche le 300 presenze in Serie A”.

Conclude poi parlando del Milan e dei cambi di modulo che mister Inzaghi ha effettuato nelle ultime partite: “Non è importante il 4-3-3 o un altro sistema di gioco. Speravamo di disputare diversamente queste trasferte, ma in una fase di crescita queste cose possono accadere. In Italia le partite sono difficili e per vincerle bisogna sempre essere al 100%”. E sulla Champions League aggiunge: “E’ strano non vedere il Milan nel suo habitat”.

Leggi anche: