Pelè è meglio di Maradona, per la Fifa è lui l’emblema della Numero 10

La Fifa incorona ancora una volta Pelè come numero 10 più forte della storia del calcio. A riverarlo è il magazine ufficiale dell’organismo internazionale “Fifa Weekly” che ha stilato una specie di Top 11. Il brasiliano è stato messo davanti a Maradona e così si viene a riproporre l’eterno dilemma su chi tra i due sia effettivamente il più forte giocatore del ventesimo secolo.

Nelle pagine del magazine si legge: “Il tre volte campione del mondo e il miglior giocatore del ventesimo secolo ed è l’emblema della numero 10”. Una motivazione che sicuramente non andrà giù né a Maradona e neppure ai suoi fans e che ribadisce la posizione del massimo organismo calcistico internazionale visto che già nel 2000 nel galà a Roma venne consegnato il premio ex aequo a Maradona e a Pelè nonostante il primo avesse ottenuto le votazioni maggiori da parte degli sportivi di tutto il mondo.

La classifica è poi completata al terzo posto da Zidane quindi a seguire un ex Real Madrid, Ferenc Puskas, e un ex Juve, Michel Platini, che è l’attuale presidente dell’Uefa, nonché un autorevole candidato per la successione a Blatter alla guida della Fifa. Al sesto posto c’è Roberto Rivelino, altra stella brasiliana. Poi l’unico giocatore in attività, l’argentino del Barcellona, Lionel Messi. A seguire l’ex numero 10 dell’Inter, Lothar Matthaeus, e al nono posto l’unico italiano in classifica, il Divin Codino, Roberto Baggio. Le ultime due posizioni della Top 11 sono invece andate all’ex Brescia Gheorghe Hagi e a Mario Kempes.

Leggi anche — > Classifica Bad Boys, Balotelli batte Cantona e Maradona