Perchè la maglia della Juve è bianconera? Merito del Notts County

Le giocate di Charles e Sivori, la saggezza di Boniperti, la Mattonella di Del Piero, i gol di Trezeguet, la tenacia di Nedved, la classe di Platini. Sono tante, tantissime, le cose che ogni juventino dovrebbe sapere, ma ce n’è una che (forse) è più importante delle altre. Perchè la maglia della Juventus è bianconera? Assodato che nessun colore avrai mai tinte più forti del bianco e del nero (Del Piero dixit), perchè sono proprio questi i colori scelti per la divisa della più prestigiose società del football italiano?

Alla base della scelta, ovviamente, non potevano che esserci fattori casuali. Perchè la storia, non solo quella del pallone, è ricca di avvenimenti storici nati solo ed esclusivamente per ragioni casuali. Chiedere a tale Cristoforo Colombo.

Il primo Novembre 1897, giorno della nascita della Juventus Football Club, la divisa ufficiale era una camicia bianca. Due anni dopo la dirigenza decise di cambiare, ma la scelta era fortemente influenzata dalla scarsa disponibilità economica degli allora soci fondatori. Un industriale tessile si ritrovò delle rimanenze di magazzino da sfruttare. Erano rosa con il colletto bianco, e quei giovani che appena un biennio prima avevano fatto nascere la Juventus, decisero di adottarle.

Un caso. Solo ed esclusivamente un caso. Perchè il caso ha voluto che nell fabbrica di quell’industriale ci fossero solo rimanenze di colore rosa. Non rosse, non azzurre, non gialle, ma rosa.

Sarà ancora il caso a decretare il definitivo passaggio ai colori attuali. 111 anni fa il destino si travestì da John Savage, mezzala sinistra con un passato nel Nottingham, nel campionato inglese. Entrò a far parte della Juventus nel 1901, diventando di fatto il primo straniero nella storia della storia della società nata su una panchina di Corso Re Umberto.

Savage, che oltre ad essere una discreta mezzala era anche un commerciante all’ingrosso di prodotti tessili, fece partire l’ordine per le nuove divise per una fabbrica di Nottingham. Dal Regno Unito arrivarono le divise della squadra locala, il Notts County, che indossava una maglia con delle strisce verticali a tinte bianche e nere.

Leggi anche –> “Caro Avvocato le scrivo”: lettera a Gianni Agnelli a 11 anni dalla sua morte

Leggi anche –> 29 anni fa la strage dell’Heysel, la tragedia che non puoi raccontare a un bambino

Leggi anche –> Curiosità: ecco i dieci tipi di anti-juventino medio più facili da incontrare