Pescara-Crotone 2-1: sintesi della gara

Una doppietta di Mancuso regala la terza vittoria consecutiva al Delfino.

Il Pescara conquista la terza vittoria consecutiva battendo 2-1 il Crotone. Seconda sconfitta consecutiva per la squadra pitagorica dopo lo stop casalingo di sabato scorso contro l’Hellas Verona. Benali illude con un gol da cineteca ma Mancuso, in gran forma, si regala una doppietta e castiga un bel Crotone. Ma andiamo a vedere che cosa è accaduto nel big match della quinta giornata del Campionato di Serie B.

Sintesi della gara

Stadio Adriatico, Giovanni Cornacchia di Pescara. Di fronte il Pescara che ha cominciato benissimo il campionato ed il Crotone che ha raccolto fino ad ora 6 punti in classifica. Big match insomma tra due squadre che puntano entrambe ad un campionato di vertice. Per quanto concerne il capitolo formazioni 4-3-3 per il Pescara con il tridente composto da Antonucci, Mancuso e Marras, in difesa Balzano, Gravillon, Campagnaro e Del Grosso mentre il Crotone risponde col 3-5-2 con Stoian, a sorpresa, a supporto di Budimir. A centrocampo l’ex di turno Benali. Ancora out Cordaz, in porta Festa.

Al 2′ tiro dalla distanza di Benali che si conclude in un passaggio per Fiorillo che blocca senza problemi. Al 5′ Mancuso riceve un lancio dalle retrovie ma viene fermato in posizione di offside. Un minuto dopo palla filtrante di Firenze per l’inserimento in area di Rohden ben controllato dal marcatore e palla che sfila sul fondo. All’11’ cross dal fondo di Firenze per il colpo di testa di Stoian in area, palla di poco alta sopra la traversa. Al 12′ primo corner per il Crotone, Firenze riceve il pallone e dal vertice destro dell’area fa partire una conclusione molto insidiosa che termina di poco sul lato.

Crotone molto più incisivo nei primi quindici minuti. Al 16′ arriva la prima replica dei padroni di casa con una discesa di Del Grosso  ma troppo lungo il suo traversone dal fondo. Al 19′ rimessa sbagliata di Festa, Mancuso recupera il pallone, se lo aggiusta sul destro e con un gran diagonale porta in vantaggio i padroni di casa. Seconda rete in questa stagione per l’attaccante del Pescara. Alla mezz’ora ancora padroni di casa all’attacco con Machin sulla trequarti che in contropiede apre a destra su Marras che in area invece di calciare sul primo palo prova a servire al centro Mancuso che si vede ribattere la conclusione dai centrali difensivi.

Al 44′ azione di rimessa con Antonucci che fa un bel numero in area liberandosi dell’avversario con un pallonetto ma esita al momento del tiro e perde l’occasione. E’ l’ultima azione del primo tempo che si conclude con il Pescara in vantaggio grazie al guizzo vincente al 19′ di Mancuso.

Secondo tempo

Subito Pescara in attacco. Deviazione in angolo di Faraoni su cross dalla destra. Sugli sviluppi palla che attraversa lo specchio della porta senza trovare nessuna maglia pronta a calciare. Al 4′ rinvio di Festa per Benali che vede Fiorillo fuori dai pali e lo sorprende con un pallonetto quasi da centrocampo. Un gol che gela lo stadio intero quello del grande ex di turno. 1-1.

Immediata la reazione dei padroni di casa che su corner dalla sinistra impegnano con un colpo di testa ravvicinato di Campagnaro, Festa che respinge. Al 9′ azione sulla trequarti di di Brugman che serve in profondità Mancuso che conclude di potenza sotto l’incrocio dei pali alla destra di Festa deve nuovamente arrendersi. Pescara nuovamente in vantaggio. Due minuti dopo palla in area di Machin per Marras che apre troppo il destro con palla che termina a lato non di molto. Biancoazzurri vicini al 3-1. Al 13′ reazione dei calabresi con Budimir che non arriva alla conclusione, sul cross di Faraoni, e palla che sfila sul fondo.

Al 20′ tentativo di Rohden dalla distanza che non inquadra però lo specchio della porta. Tre minuti dopo ci prova Firenze con un pallonetto e palla che termina un paio di metri sopra la traversa. Al 24′ il primo cambio per il Crotone fuori Rohden dentro Nalini. Contropiede del Pescara con Marras che dal fondo serve un rasoterra sul primo palo su Mancuso, anticipato dalla difesa in angolo. Al 27′ ospiti che provano ad assediare l’area di rigore biancoazzurra, corner sul palo più distante colpisce indisturbato Budimir di testa ma tra le braccia di Fiorillo.

Al 29′ primo cambio per i padroni di casa, fuori Balzano dentro Ciofani. Alla mezz’ora ci prova ancora Benali prova a piazzare una conclusione dal limite che esce un paio di metri a lato della porta difesa da Fiorillo. Il secondo cambio per il Pescara, fuori Antonucci e dentro Crecco. Al 35′ volata di Marras che in diagonale in area da posizione angolata impegna di pugni sul primo palo Festa, sulla ribattuta Mancuso controlla però male il pallone. Al 40′ fuori Cuomo dentro Simy. Stroppa lancia dunque un altro attaccante nel disperato tentativo di trovare il pareggio. Al 42′ fuori Molina dentro Crociata per i rossublu mentre nel Pescara Perrotta al posto di Marras, il migliore in campo.

Nei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara il Crotone non riesce a trovare la rete del pareggio. Termina 2-1 all’Adriatico. Fa festa il Pescara che conquista la terza vittoria consecutiva al termine di una bellissima partita. Undici punti in classifica per la squadra di Pillon. Mini crisi per il Crotone di Stroppa che esce comunque a testa alta.

Formazioni

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin, Antonucci, Mancuso, Marras. Allenatore: Pillon.

CROTONE (3-5-2): Festa; Cuomo, Golemic, Marchizza, Faraoni, Rohden, Benali, Molina, Firenze, Stoain, Budimir.