Juventus, intervista a Pogba: "Voglio vincere tutto"

“Voglio diventare il giocatore più forte del mondo”. Parole di Paul Pogba rilasciate in una intervista a Fifa.com e riportate sul Corriere dello Sport. L’ambizione non manca al giovane francese che aggiunge: “Non posso predire il futuro ma voglio fare tutto quello che è possibile per vincere più trofei possibili. E proprio per questo continuerò a lavorare duro, per diventare il calciatore più forte al mondo”.

Gli vengono rivolti i complimenti per aver vinto l’anno scorso il trofeo di miglior giovane allo scorso mondiale, vinto tra gli altri, da Pelè e Beckenbauer. E risponde, sorridendo: “Non appartengo a questa categoria di calciatori, sono più forte“. Poi parlando seriamente, afferma: “In questo momento ci sono calciatori più forti di me, come per esempio Yayà Tourè un calciatore completo e con caratteristiche simili alle mie, ovviamente lui ha più esperienza di me“. Gli viene chiesto se sente la pressione: “Se non sei abituato a gestirla non puoi essere un grande calciatore, Messi e Ronaldo lo sono sempre

Parlando della nazionale:La sconfitta contro la Germania ha accresciuto il desiderio in me di vincere il mondiale con la Francia”. E su Euro 2016: “Tra due anni potremmo essere al top, abbiamo una squadra con caratteristiche complementari, stiamo facendo di tutto per per riprenderci il nostro posto nel cuore dei tifosi francesi”.

Quindi parla di come è diventato il calciatore di adesso: “Ogni cambiamento è stato importante, dal Le Havre al Manchester e oggi la Juventus. Condividere lo spogliatoio insieme a grandi campioni è stato decisivo per me per crescere perché mi ha dato quel desiderio di essere uno dei più grandi. C’è anche spazio per un po’ di autocritica: “A volte in campo prendo rischi che non dovrei, al contrario devo cercare di gestirmi meglio per 90 minuti”. Infine una battuta su Conte e Deschamps: “Sono migliorato con tutti e due, in particolare Deschamps mi da sempre consigli su come migliorarmi, sia in allenamento sia in partita.

Leggi anche: