Precedenti Juventus-Fiorentina: Statistiche e Curiosità (Serie A 2015-16)

Juventus-Fiorentina: 76 i precedenti a Torino tra i viola e i bianconeri, con un bilancio favorevole ai padroni di casa: 50 vittorie, 20 pareggi e appena 6 sconfitte. 225 i gol siglati dalle due squadre nello scontro diretto in Serie A, con 161 reti dei piemontesi e 64 dei toscani.

I due Juventus-Fiorentina, successivi al pirotecnico 3-2 del 1994/95, vedono l’undici di Lippi prevalere grazie a due colpi di testa: nel primo caso, a finalizzare l’azione è Alex Del Piero (decisivo anche nel 2000), mentre nel secondo, è Padovano a superare Toldo, appena 9 minuti più tardi. Nel primo anno di Capello, è Olivera, con una deviazione sotto porta, a condannare la compagine gigliata, nella quale giocava un giovanissimo Giorgio Chiellini. Proseguendo il nostro viaggio, troviamo l’1-0 del 2009, che vede protagonista Claudio Marchisio, bravo a sfruttare un geniale assist di Alessandro Del Piero.

Il 25 ottobre 2011, la squadra di Conte vince 2-1 con i gol di Bonucci e Matri (Jovetic per i viola); il 9 febbraio 2013, invece, i bianconeri disputano una grande gara contro i viola di Montella e vincono 2-0: in gol Vucinic e Matri, capace di segnare senza scarpa. Proprio questo incontro, Conte fu costretto a seguirlo dalla tribuna per via della squalifica legata al Calcioscommesse.

Il 9 marzo 2014 è un gol di Asamoah a decidere la gara: un match non bello dal punto di vista del gioco, ma una vittoria molto importante per la conquista del 32° scudetto. L’ultimo successo della Vecchia Signora risale al 29 aprile 2015: ai ragazzi di Allegri mancano pochi punti per aggiudicarsi il 33° scudetto e contro la Fiorentina serve una prova di carattere: ad andare in vantaggio sono i viola con Rodríguez (su rigore), ma la Juve pareggia subito con Llorente, per poi passare in vantaggio con Carlos Tevez, che trafigge Neto con un colpo di testa chirurgico. La viola potrebbe andare sul 2-2, ma Rodríguez questa volta sbaglia dagli 11 metri; a chiudere il match è il solito Apache, che parte dalla trequarti, si presenta davanti all’estremo difensore avversario e realizza il 3-1.

Leggi anche