Premio Bearzot ad Allegri: subetra a Carlo Ancelotti

È Massimiliano Allegri ad aggiudicarsi il premio intitolato a Enzo Bearzot e giunto alla sua quinta edizione. L’allenatore della Juventus ed ex Milan subentra al Carlo Ancelotti, anche lui dal passato rossonero, che un anno fa riceveva l’ambito premio in qualità di tecnico del Real Madrid.

Allegri riceverà il premio Bearzot, promosso dall’Unione Sportiva Acli,  il prossimo 25 maggio dalla Figc, tuttavia il presidente federale Tavecchio ha già annunciato il vincitore e decantato la sua motivazione. Allegri viene premiato non solo per i traguardi già raggiunti con la Juventus, prossima vincitrice dello Scudetto 2014-15 e qualificatasi ai quarti di Champions League, ma soprattutto per le sue doti e qualità da allenatore: “È sempre riuscito a coniugare, nel corso della sua carriera, il bel gioco ai risultati, raggiungendo risultati con la costruzione di gruppi coesi sia dentro che fuori dal campo. Come il grande Enzo Bearzot, – prosegue Tavecchio Massimiliano Allegri si è sempre tenuto un passo dietro ai suoi giocatori conferendo loro massima responsabilità”.

La cerimonia con consegna del premio Bearzot a Massimiliano Allegri si terrà, come anticipato, lunedì 25 maggio 2015 presso il Salone d’Onore del Coni. Dunque un altro ex Milan si accinge a ricevere uno dei premi di maggior prestigio per un allenatore: il premio Bearzot passa in fatti dalle mani di Carlo Ancelotti a quelle di Massimiliano Allegri.

TUTTE LE NOTIZIE SU MASSIMILIANO ALLEGRI