Presentazione Suso: "Vorrei fare la storia del Milan"

Pomeriggio di presentazione per Suso che, così come Destro, Bocchetti, Antonelli e Paletta, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti a Casa Milan e ha subito sposto quelle che sono state le sue impressioni. Suso è l’unico giocatore straniero acquistato dal Milan a gennaio e dunque l’unico che ha dovuto adattarsi al calcio italiano: “Rispetto a Inghilterra e Spagna qui in Italia si lavora un po’ di più su tattica e tecnica. In Inghilterra ci si concentra di più sul punto di vista fisico, alla fine però il calcio è universale”.

Ciò che ha spinto Suso a scegliere il Milan è stata la storia del club e la sua importanza, il giocatore però sa che non sarà tutto facile e che dovrà adattarsi a questo nuovo modo di far calcio: “Ho scelto il Milan perché somiglia molto al Liverpool: sono club di grande tradizione. Credo sia un cambio importante e che il Milan sia stata un’ottima scelta. So che devo adattarmi a molte cose e parlare con l’allenatore per vedere cosa si aspetta da me. Per far questo avrò tempo”.

La voglia di giocare e mettersi in mostra c’è, ma Suso sa benissimo di doversi guadagnare la fiducia del mister e per questo si è messo a sua completa disposizione: “È naturale che voglio giocare, come gli altri, ma sarà il mister a decidere e quando vorrà io sarò a disposizione”. Le ambizioni d’altra parte non mancano: “Mi piacerebbe fare la storia di un club così grande”.

Leggi anche: