Quarti di Finale Champions League, l'analisi delle possibili avversarie della Juve

Domani a Nyon, alle ore 12.00, ci sarà il sorteggio per i quarti di finali di Champions League, che si svolgeranno il 14-15 e 21-22 aprile. Vediamo quali sono le possibili avversarie della Juve e il grado di difficoltà per ciascuna di esse.

Partiamo dalle più deboli delle otto: Porto e Monaco, che hanno rispettivamente eliminato Basilea e Arsenal. Quasi scontato dire che tutto l’ambiente bianconero sognerebbe un accoppiamento con una di queste due squadre, che seppur non da sottovalutare, sono certamente uno, se non due gradini sotto le altre. Il Porto però è una squadra che da anni disputa mentre il Monaco ha eliminato l’Arsenal, quindi bisognerà comunque fare attenzione.

Un sorteggio di media difficoltà sarebbe quello che abbinerebbe la Juve a Paris Saint Germain o Atletico Madrid. I francesi hanno eliminato agli ottavi una delle favorite, il Chelsea, con l’impresa a Stamford Bridge e hanno una rosa molto ampia, anche se all’andata dovranno fare a meno di Ibrahimovic. Gli spagnoli invece non sembrano quelli dell’anno scorso, ma rimangono una squadra che concede pochissimo e dal punto di vista tattico, sono probabilmente il peggior avversario per qualunque squadra.

Chiudiamo con le tre big: Barcellona, Bayern Monaco, Real Madrid. Dal punto di vista tecnico si equivalgono, forse le due spagnole hanno qualcosina in più rispetto ai tedeschi. Tuttavia, l’avversario peggiore in questo momento potrebbe essere il Barcellona, al top della forma; al contrario il Real Madrid, in questo momento, sembra una squadra battibile, come dimostra la partita contro lo Schalke 04.

C’è da dire, però, che tra un mese, quando si disputeranno le partite, lo stato di forma delle squadre potrebbe anche cambiare; in ogni caso la Juventus, con cui il calcio italiano torna nei quarti di Champions League dopo tre anni, potrà dire la sua, qualunque sia l’avversario che capiterà.

Leggi anche: Borussia Dortmund-Juventus 0-3, Sconcerti: “Grande notte per il calcio italiano”

Leggi anche: Borussia Dortmund-Juventus 0-3, Marotta: “Questa vittoria è anche di Allegri”