Quinta Giornata Serie A 2013-2014, la presentazione delle gare

Nell’anticipo della quinta giornata di Serie A tra Udinese-Genoa non c’è stato grande spettacolo. Anzi, le due formazioni schierate rispettivamente da Francesco Guidolin e Fabio Liverani, si sono del tutto annullate infatti; c’è voluto un episodio per far sbloccare la partita, dove, esattamente al minuto 35 del secondo tempo, su una punizione del solito Di Natale, Calaiò insacca il pallone nella porta sbagliata, regalando di fatto 3 punti all’Udinese che raggiunge il Genoa in classifica a quota 4 punti. Ma diamo uno sguardo alle altre partite in programma questa sera.

Partiamo dalle due capolista. Il Napoli di Rafa Benitez affronta al San Paolo il Sassuolo di Eusebio Di Francesco ancora ultimo in classifica a 0 punti. Il Napoli arriva da un’importantissima vittoria conquistata sul campo del Milan per 2-1, e questa sera affronterà un Sassuolo che ultimo in classifica vorrà vendere cara la pelle. Un Napoli quindi, che dovrà rimanere concentrato e non dovrà sottovalutare l’avversario per non buttare all’aria quanto di buono fatto in quest’avvio di stagione.

L’altra capolista, ovvero la Roma, avrà un impegno più complicato, almeno sulla carta, contro la Sampdoria, che, dopo aver raggiunto il pareggio in extremis contro il Cagliari, vorrà dare continuità a quest’ultimo risultato ottenuto affidandosi al giovane ma ormai esperto Gabbiadini come punta centrale. La Roma di Garcia invece, arriva da un momento straordinario, ottenendo 12 punti in 4 partite, potendo contare sullo stato di forma impeccabile di alcuni suoi giocatori come il nuovo arrivato Maicon, De Rossi e il capitano Totti. Sarà una bella sfida e chissà se a fine giornata la Roma starà ancora lassù in vetta insieme al Napoli.

Francesco Totti

Altra sfida affascinante sarà quella del Dall’Ara, tra Bologna-Milan che hanno sempre regalato grandissimo spettacolo e moltissimi gol. L’ultimo Bologna-Milan, quello dell’anno scorso, finì per 3-1 in favore dei rossoneri, con tripletta di Pazzini. Oggi la situazione è totalmente diversa, poiché il Milan dovrà far fronte ai numerosi indisponibili per la gara di questa sera, tra cui lo squalificato Balotelli. Il Bologna si affida all’esperienza e alla fantasia di Diamanti per cercare di portarsi a casa questi 3 punti che fin ad ora non sono ancora arrivati.

La Juventus campione d’Italia, dopo la vittoria in casa contro il Verona, affronta il Chievo di Sannino che dopo aver battuto l’Udinese nel quarto turno di Serie A, cerca di battere anche la squadra di Conte. Conte potrebbe far riposare la coppia Vucinic-Tevez potendo contare sull’esperienza di Quagliarella e sulla fisicità di Llorente che ha trovato il suo primo gol in Serie A contro il Verona.

La sorpresa di quest’anno, in negativo, è sicuramente il Catania che in 4 partite è riuscito a conquistare soltanto 1 punto e, dopo un avvio così negativo, complice anche le partenze di gente come Lodi e Gomez, cerca di riscattarsi in casa della Lazio che a sua volta vorrà riscattare il risultato negativo ottenuto nel derby perso per 2-0. La Lazio non potrà contare sull’infortunato Klose che si aggiunge alla lunga lista degli indisponibili .

Fernando Llorente

Vista la classifica, potremmo già parlare di sfida salvezza tra Parma e Atalanta, con il Parma attualmente terzultimo a 2 punti e l’Atalanta a quota 4. Se da una parte, Donadoni si affida alla coppia Cassano-Amauri, dall’altra Stefano Colantuono si affida all’unica punta German Denis.

Altro scontro interessante, la sfida tra Torino e Verona, con il Verona che in 4 partite non ha mai pareggiato, ottenendo 2 vittorie nelle sfide giocate in casa e 2 sconfitte nelle 2 trasferte. Il Torino invece, in avvicinamento al derby, ha ottenuto 4 punti nelle ultime 3 partite.

Per quanto riguarda Livorno-Cagliari, entrambe le squadre hanno messo a segno 6 gol in 4 partite. Diverso il conteggio delle reti subite: il Livorno è a quota tre, mentre il Cagliari ne ha incassate sette.

A chiudere il turno infrasettimanale ci sarà il big match tra Inter-Fiorentina, con entrambe le squadre che potranno contare sul ritorno di Milito da una parte e Giuseppe Rossi dall’altra, con il primo che dovrebbe partire dalla panchina. Ottimo avvio da parte di tutte e due le squadre,complice il buon lavoro svolto da Mazzarri e Montella sulle rispettive squadre

TUTTO SU INTER-FIORENTINA

TUTTE LE PROBABILI FORMAZIONI DELLE GARE DEL QUINTO TURNO