Repubblica Ceca-Italia, per Prandelli è la partita decisiva

Sarebbe un errore sottovalutare la Repubblica Ceca. Se la Nazionale non dovesse affrontare questa partita con la giusta concentrazione, il rischio di una disfatta sarebbe alle porte. Da non dimenticare assolutamente che nell’ultima Europa League il Viktoria Plzen eliminò il Napoli. Si tratta di una squadra solida con una disciplina tattica degna delle nazionali più blasonate. Dalla nascita della nazionale, la Repubblica Ceca soltanto in un’occasione è riuscita a qualificarsi ai mondiali, nel 2006  e proprio quando ben figurò nello stesso girone dell’Italia poi divenuta campione del mondo.

All’epoca c’era l’ottimo Nedved e quella di allora era un Repubblica Ceca nettamente superiore. Quella attuale è una squadra solida, dotata di buoni giocatori, ma senza finalizzatori decisivi. Su cinque partite giocate in queste fasi preliminari, in ben tre occasioni la Repubblica Ceca non è riuscita ad andare nemmeno una volta a segno.

confederations cup brasile 2013

Prandelli ripete da tempo che la partita decisiva per l’Italia è proprio questa e che alla Confederations Cup bisognerà pensarci solo dopo avere superato con un risultato positivo le insidie di questa partita. L’11 titolare sembra collaudato ed il CT della Nazionale ha creato ormai uno stile di gioco basato sul possesso palla che ha dato ottimi risultati in termini di gioco all’Europeo e che sta ottenendo riscontri positivi anche in questo girone di qualificazione.