Rivoluzione nel Calciomercato, saranno abolite le comproprietà?

Il calciomercato italiano si prepara a una vera e propria rivoluzione. Infatti è sempre più sicuro che la lega Calcio stia pensando di abolire le comproprietà dei calciatori tra due club: fatto davvero importante visto che soprattutto in periodi di crisi una tale situazione è ad appannaggio di quelle società che non possono pagare l’intero valore di cartellino di un calciatore. Ma bisogna anche ricordare come una tale regola sia presente solo nelle contrattazioni italiane e quindi il Bel Paese si verrebbe a uniformare alle altre nazioni.

Secondo le prime indiscrezioni si dovrebbe partire con una moratoria di due anni per tutte quelle comproprietà che sono attualmente in sospeso, così da dare la possibilità alle squadre di mettersi  in regola con la nuova normativa. La regola quindi entrerebbe in vigore dalla prossima stagione.

Naturalmente non tutti i club sono d’accordo poiché la maggior parte crede che sia inattuabile una cosa del genere. Ma prima che possa entrare in vigore ci sarà bisogno di un’assemblea di Serie A, potrebbe già essere proposto come tema all’ordine del giorno nella prossima riunione, seguita quindi da un eventuale assenso della Figc. Un percorso lungo, ma non per forza accidentato.

Leggi anche — > Calciomercato Estate 2013: ecco tutte le date ufficiali per le trattative

Leggi anche — > Lega Serie A, raggiunto l’accordo per la vendita dei diritti tv 2015-2018