Robinho: “Stupro? Solo falsità, sono schifato”

Nella serata di ieri Robinho ha risposto alle accuse che, riportate da Corriere.it, vedevano l‘ex Milan coinvolto in uno stupro di gruppo ai danni di una giovane donna di origine brasiliana. Il reato sarebbe stato commesso nel gennaio del 2013, ma Robinho è di tutt’altro avviso.

L’ex numero 7 rossonero, infatti, si è dichiarato estraneo ai fatti e ha ribadito di aver già sottolineato la sua totale estraneità la scorsa estate quando venne convocato e ascoltato dalla Procura di Milano: “Affronto questo argomento per la prima e l’ultima volta e nel rispetto delle persone che mi vogliono bene. Sono totalmente all’oscuro della vicenda e di ogni aspetto la riguardi”.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Robinho si dice “molto triste e schifato da questa notizia falsa”. Vista la gravità della situazione, il brasiliano ha già preso alcuni provvedimenti: “Spero che i mezzi di comunicazione si rendano contro che dovranno rispondere per la pubblicazione di tali notizie infondate, i miei avvocati si stanno già muovendo di conseguenza”.

Leggi anche: