Roma-Inter 0-0, Mazzarri: "Gran primo tempo, c'è mancato solo il gol"

Roma-Inter finisce 0-0, al termine di una gara non bellissima, illuminata a tratti dalle ripartenze veloci delle due squadre. Nel primo tempo meglio i nerazzurri, con maggiori occasioni da gol soprattutto con Palacio e Nagatomo. La Roma risponde con un gol di Destro, giustamente annullato per fuorigioco.

Nel secondo tempo i giallorossi entrano con una marcia in più e aggrediscono maggiormente l’Inter, guadagnando sempre più campo grazie anche all’innesto di Pjanic. Proprio il bosniaco ha l’occasione migliore del match, imbeccato alla perfezione da Nainggolan e calciando a volo di controbalzo, Handanovic è fenomenale e salva il risultato. A rischio di squalifica per prova tv De Rossi, sponda Roma, per un cazzotto a Icardi, e Juan Jesus che lo imita nell’area di rigore opposta, con vittima stavolta Romagnoli. Alla fine è 0-0, ma soprattutto un grande vantaggio per la Juventus che vincendo domani sera contro il Milan, può approfittare dello stop della Roma, per andare a +12 e ipotecare il titolo.

L’allenatore dell’Inter Walter Mazzarri, intervenendo nel post-partita, ai microfoni di Skysport, ha elogiato i suoi ragazzi per la buona prestazione disputata contro una grande squadra come la Roma, in uno dei campi più difficili della serie A: “Abbiamo fatto un buon primo tempo c’è mancato solo il gol, in uno dei campi più difficili del campionato. Sono contento dei ragazzi. Siamo in fase di ricostruzione, stiamo crescendo e sono contento. Dispiace per il primo tempo, si potevano fare uno-due gol nelle occasioni create“.

Sulla delicata fase di passaggio che sta vivendo la squadra, dovuta in parte anche al cambio societario, il mister livornese ha commentato: “Soddisfattissimo dei ragazzi. Quello fatto sul campo, ci fa ben sperare. Ci mancano almeno 5-6 punti, siamo stati sfortunati per gli episodi.  Abbiamo raccolto di più solo con la Fiorentina. Per il resto, lasciati per strada tanti punti in base al rapporto punti-pretazioni”.

Sulla sostituzione Alvarez-Hernanes, ha aggiunto: “Ricky ha fatto bene. È tornato da poco da un infortunio e aveva un problema a fine primo tempo, e io l’ho cambiato un po’ dopo. L’ho tolto per cautela perché c’era rischio che si facesse mela. Dispiace stava facendo bene”.

Analizzando invece gli 11 pareggi, che hanno pesato nel rendimento in classifica dei milanesi, Mazzarri ha affermato: “Sono quelle annate che vengono così. Come col Cagliari, dopo un assedio lungo una partita e poi ci vanno storte. Come col Chievo. Un lungo monologo senza fare gol. Anche stasera con la Roma ci è mancata la zampata per metterla dentro“.

Sul mancato ingresso del Principe Milito, ha confessato: “Perché alla fine soffrivamo un pò e De Rossi aveva spazio per impostare liberamente. Sia Icardi che Palacio nn coprivano più su di lui e quindi ho messo Botta. Poteva fare bene sugli esterni e crossare dentro su Rodrigo“.

Riguardo la prestazione di Guarin, spesso croce e delizia dei nerazzurri, il mister ha dichiarato: “Lui ogni tanto si prende una pausa, però tutte le palle gol le crea lui, oggi gli è mancato l’ultimo passaggio. Lui ogni tanto si prende pause, ma crea sempre occasioni pericolose. Queste sono le sue caratteristiche. Credo che quest’anno sia migliorato già molto su questo. Lui è uno che da strappi al match, oggi nn ha avuto fortuna su assist o tiri in porta“.

Sugli episodi da moviola del match e il possibile uso della tecnologia, il tecnico della Beneamata ha affermato: “Io credo che tutte le tecnologia in aiuto sarebbero buona cosa, l’arbitro dovrebbe influire il meno possibile sulla gara. Perché nn si potrebbe aiutare il calcio contribuendo alla miglioria del gioco? In questo senso secondo me si potrebbe fare qualcosa“.

TUTTO SU ROMA-INTER

Leggi anche–> Roma-Inter, le parole di WM in conferenza stampa

Leggi anche–> Mazzarri su Roma-Inter: “È importante farsi trovare pronti”