Roma-Inter, Mazzarri in Conferenza Stampa: "Fattore campo importante, ma possiamo fare bene"

Domani sera l’Inter è attesa nella difficile sfida di Campionato che la vedrà opposta alla Roma di Rudi Garcia, allo stadio Olimpico. Alla vigilia dell’attesissimo match, valido per la ventiseiesima giornata di Serie A, ha parlato il tecnico nerazzurro Walter Mazzarri in conferenza stampa. Queste le sue parole: “Ci siamo allenati abbastanza bene, con qualche contrattempo ma niente di diverso dal solito […] Il fattore campo è sempre importante, ma è anche vero che se ci sono due squadre, di cui una gioca in casa, costrette a fare la partita, noi come l’altra squadra ne beneficiamo se l’altra squadra cerca di giocare. Questo è un discorso generale, con le partite bloccate si è sofferto, perché gli altri prendono coraggio e succede questo. Io spero che possiamo fare bene. […] Il calcio è spettacolo, ma è difficile vedere belle partite finché non la sblocchi. Con la Roma sarà un match con una squadra che vuole fare la partita se noi glielo concediamo”.

Dopo i problemi della scorsa settimana, che hanno costretto l’allenatore toscano a rinunciare ad Hernanes, il centrocampista brasiliano è stato convocato per il match di domani: “Lui è un generoso, presta poca attenzione al dolore. Se arriva e si affatica finisce col non allenarsi bene con la squadra. Mandandolo a riposo volevamo vedere se scaricava e se poteva essere disponibile per Roma. Vedremo se lo impiegherò dall’inizio o a gara in corso. Vedremo se può risolvere questo problema e allenarsi bene in settimana”.

Sulla crescita di Icardi, Mazzarri ha detto: “Non era questione di fiducia ma di allenamenti. Ora si sta allenando in un certo modo, vedrò domani se impiegarlo dall’inizio, prendendo in considerazione un calo nel secondo tempo”. Sui tanti punti persi in stagione per disattenzione e poco determinazione in certi frangenti, il tecnico nerazzurro ha dichiarato: “Ripercorrendo le partite, vedo quanto si subisce o si mette in difficoltà l’avversario. Ci fosse stata qualche disattenzione in meno e cattiveria in più avremmo sicuramente guadagnato di più. Hai perso qualche punto in maniera non fortunata, e questo è un rammarico, ma ci sono ancora 38 punti; spero però che le situazioni cambino anche a nostro favore, però dobbiamo essere più cinici in avanti e distrarci meno”.

walter mazzarri

Sulla possibilità di vedere un match diverso nel risultato, rispetto la gara del girono d andata, Mazzarri è chiaro: “Quando si fanno campionati di vertice, occorre equilibrio e Garcia è stato bravo a darlo. Quella fu una gara particolare, non giocammo male ma perdemmo 0-3 e meritammo di perdere; ora non so, se facciamo le cose al meglio possiamo fare un’ottima gara. Poi il calcio può sempre smentire, serve prudenza nel valutare. La squadra di Firenze potrebbe far bene contro la Roma”.

La preoccupazione maggiore nell’affrontare i giallorossi riguarda il fatto che “Gioca bene, fa bene le due fasi, è camaleontica, ha delle armi importanti con giocatori bravi negli spazi. E sono bravi anche se hanno l’opportunità di pressarti, possono fare tante cose. È una bella squadra, che sta facendo un campionato importante. Quando ci sono tante partite, i numeri sono indicativi. Se è da scudetto? Non lo so, mi interessa cosa fa l’Inter”.

A Firenze l’Inter ha ottenuto una grande vittoria, mostrando un bel gioco e giocando, per la prima volta, col le due punte: “Le punte van bene se riescono a fare un lavoro utile alla squadra. Io giocherei con tutti giocatori tecnici, ma io sto facendo delle valutazioni. In una squadra serve equilibrio se non si vogliono perdere punti. Se la squadra impone il proprio gioco mi va bene, ma di volta in volta ho valutato certe cose. Anche a Genova usai due punte pure, però con Palacio e Alvarez abbiamo fatto comunque tanti gol. E Alvarez in tanti lo considerano seconda punta. Il problema è l’atteggiamento mentale e la condizione”.

Zanetti e Cambiasso, ormai da diverse partite, non  stanno giocando più e ci si chiese se ci sarà ancora spazio per due dei giocatori più rappresentativi dell’Inter. Questa la risposta del tecnico nerazzurro: “In linea di massima sì… Faccio sempre delle valutazioni, poi siamo tanti giocatori e voglio fare le scelte migliori”.

Inevitabile parlare anche di arbitri. A tal proposito, il match di Sabato sarà diretto da Bergonzi, ovvero dall’ultimo fischietto che ha dato un rigore all’Inter. Mazzarri non intende soffermarsi molto sull’argomento, ma “pensare alla prestazione della squadra”. Tuttavia, sulle discussioni che in settimana si sono scatenate in merito agli errori arbitrali in diverse partite di campionato, Mazzarri ha detto: “Questa settimana non ho seguito i discorsi, ho tante cose da fare e preferisco non informarmi troppo per scelta. Io dopo Udine avevo detto che non avrei fatto più valutazioni, personalmente noi all’Inter da tempo non facciamo tante cose”.

TUTTO SU ROMA-INTER

Leggi anche –> Roma-Inter, Icardi titolare?

Leggi anche –> Roma-Inter, Precedenti e statistiche in Serie A