Ronaldo non le manda a dire a Sarri dopo la sostituzione, ma niente multa per lui

La sostituzione di Cristiano Ronaldo, avvenuta durante Juventus – Milan nell’ultima giornata di campionato è stata la seconda consecutiva in soli 4 giorni per il portoghese, qualcosa alla quale non era abituato, infatti al momento del cambio il numero 7 della Juventus non ha risparmiato parole poco gentili all’indirizzo della panchina, tant’è che non si seduto con gli altri ma ha addirittura lasciato lo stadio.

Sarri ha provato a gettare acqua sul fuoco, come sottolineato dalla Gazzetta:

Nessun problema con Cristiano, anzi lo ringrazio perché ha giocato in condizioni imperfette poi l’ho sostituito perché non stava bene. La cosa importante è che si sia messo a disposizione. Se si arrabbia quando esce questo fa parte del gioco. Nell’ultimo mese ha avuto anche un problemino al ginocchio: un mesetto fa ha preso un colpo e ha un piccolo risentimento al collaterale che gli provoca dolore a polpaccio e adduttori, non può allenarsi più di tanto. Questo acciacchino lo sta condizionando. Ripeto, ci sta l’incazzatura al momento del cambio, sarei molto più preoccupato se non si arrabbiasse. Non è un problema preoccupante, è solo un piccolo problema che lo sta condizionando negli allenamenti. Irrispettoso verso i compagni? Come ho detto questo non lo so. Se è vero che se ne è andato prima della fine è un problema da risolvere con i suoi compagni. Ci sarà una discussione con i compagni che diranno le loro impressioni”.

Successivamente si è ventilata l’ipotesi multare il talento portoghese, ma la Juventus ha deciso di non proseguire questa via.