Rudi Garcia: “La Roma prima vince in Italia, poi compete in Europa”

Il tecnico della Roma, Rudi Garcia, in occasione della presentazione della sua biografia pubblicata in un’intervista al sito France Football, rilascia alcune dichiarazioni rispetto all’esperienza alla guida dei giallorossi. “Nel club dove sono ora mi sento benissimo e ci sto lavorando come se dovessi finire qui la mia carriera. Io sono fatto così, anche se poi non so cosa riserverà il futuro. Ma per ora il progetto della Roma, che è quello di competere con i più grandi club in Europa, mi si addice. Si inizia con la vittoria in Italia e poi, si spera, essere competitivi in Europa”

Garcia prosegue sottolineando il suo interesse verso i traguardi raggiunti dal collettivo piuttosto che concentrarsi sulla sua persona: “Il riconoscimento passa attraverso il piacere di condividerlo con gli altri. Non mi piace stare davanti, è il collettivo a fare la differenza. Non mi piace usare i club per i quali lavoro come trampolini di lancio per arrivare più in avanti. E’ una linea di pensiero che non condivido. Ogni volta che partecipo ad una competizione, io gioco sempre per vincere e finire davanti. Sono competitivo perchè mio padre è sempre stato combattivo. Sono latino, mediterraneo, amo la competizione. Sono testardo e questa è una qualità. La tenacia e la voglia di mettere davanti sempre il collettivo può permetterti di competere con tutte le squadre, anche quelle sulla carta più forti di te”

Il tecnico francese conclude con alcune parole nei riguardi di Francesco Totti: “Non ho avuto apprensione al momento del primo incontro. Sono trasparente, dico quello che penso e non sono un doppiogiochista o un calcolatore. Il buon feeling che c’è tra noi è dovuto alla nostra franchezza. I grandi giocatori sono anche semplici, umili al di fuori del campo. Ho trovato l’uomo all’altezza del talento del giocatore. Totti è un ragazzo semplice che vuole essere trattato come qualsiasi altro. Non ha mai chiesto un trattamento speciale. Ricordiamoci che ha 37 anni, non è più un ragazzino”

Leggi anche -> Cinesi Comprano la Roma? Pronto il Patto con Pallotta

Leggi anche -> Squalifiche delle Curve, Malagò: “La norma va cambiata, la situazione è ingestibile”