Salvini: "Muntari non sa giocare, Balotelli? Lasciamo stare"

In questi giorni si è scatenata la “vicenda Salvini“. Il segretario della Lega Nord ha infatti attaccato Muntari con un messaggio al veleno su Facebook , criticando la sua prestazione dopo Milan-Hellas Verona. Il politico, nonchè grande tifoso del Milan, ha twittato nella serata di sabato una frase che ha subito scatenato delle polemiche, “Muntari, immigrato che non lavora bene”, riferita alla prestazione negativa del giocatore milanista; subito è arrivato l’intervento di Mario Balotelli a difendere l’amico ghanese, esternando lo sgomento per una farse del genere, per giunta detta da un politico.

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport riporta le dichiarazioni di Matteo Salvini, incontrato dopo un pranzo per Radio Padania; “Se Balotelli farà politica come gioca a calcio, meglio lasciar perdere. A me vedere giocare Muntari non piace, non è in grado, potrebbe essere alto, biondo con gli occhi azzurri e non farebbe differenza”.

Dichiarazioni che lasciano intendere non ci sia una vena razzista da parte del politico, ma solo una critica a livello calcistico, contro il giocatore e non contro l’uomo; rimangono comunque parole che suscitano un certo disagio, comprensibile dal momento che un politico dovrebbe estraniarsi da certe critiche e rimanere sopra le parti senza scendere così nei particolari.

Leggi anche: