Scudetto all'Inter, Jonathan: "Ci siamo anche noi"

Walter Mazzarri lo ha fatto rinascere. Il terzino destro dell’Inter, Jonathan Cicero Moreira, sembra essere tutt’altro giocatore rispetto a quello visto nelle stagioni scorse a Milano. Il nuovo ruolo da esterno destro nel 3-5-2 del tecnico ex Napoli lo ha trasformato in un giocatore affidabile e molto pericoloso in zona offensiva. Le sue doti atletiche, corsa, velocità e dribbling stanno conquistando tutti i tifosi interisti che prima lo credevano soltanto un bidone. In effetti Jonathan è arrivato in Italia con una responsabilità molto grande, nella stagione post Triplete infatti, era stato etichettato come l’erede di un certo Maicon. La pressione e il doversi adattare ad un nuovo campionato lo fecero mandare in prestito al Parma, dove migliorò le sue prestazioni e conquistò il pubblico del Tardini. Tornato a Milano, tuttavia, è stato poco utilizzato da Stramaccioni nella scorsa stagione ed era diventato lo zimbello dei tifosi interisti. Questo inizio di stagione sta segnando la sua resurrezione, e il giocatore sembra essere anche molto ambizioso.

Ciò si può evincere dalle sue parole rilasciate a fcinter1908.it: “Il mio primo anno qui è stato molto difficile. Gasperini, che mi aveva richiesto, è stato mandato via dopo soli due mesi. Poi è stato preso Ranieri che aveva una mentalità completamente diversa e io ero appena arrivato. Mi sono dovuto adattare al calcio e agli italiani. Sono stato cosi ceduto in prestito al Parma e per sei mesi ho giocato bene. Sono tornato e ho avuto i miei alti e bassi con Stramaccioni, mentre adesso con Mazzarri sembra essere tutto diverso e sto giocando con continuità.”

Walter Mazzarri

Jonathan ha poi parlato anche del rapporto che ha con il suo allenatore: “Appena arrivato all’Inter mi ha parlato. Ha detto che conosceva il mio potenziale e che mi avrebbe dato fiducia per giocare perchè conosceva anche le critiche che mi portavo dietro. Lui mi sta dando fiducia e le cose stanno accadendo in maniera naturale tanto da avere quella continuità che dico sempre è fondamentale per un giocatore. Sto giocando tutte le partite e questo significa che si fida di me. Io anche sto confidando nel suo lavoro.”

Si è poi dilungato sulla possibilità di vittoria dello scudetto da parte dell’Inter: “E’ presto per parlare di Scudetto, ma penso che la nostra squadra dimostra di essere sempre alla ricerca della vittoria, sia se si gioca in casa che in trasferta. Senza dubbio penso che si possa lottare per lo Scudetto e conquistare la Champions, ma è ancora presto. L’Inter è senza dubbio tra le migliori squadre del campionato.”

Sulla questione Thohir: “So poco. Fino a che non accadrà e sia se ci sarà un nuovo presidente o solo un partner per Moratti, penso che l’Inter continuerà a lavorare nella stessa maniera. Abbiamo avuto una conversazione con Moratti in cui ci è stato spiegato di questa trattativa, ma tutti i giocatori sono rilassati.”

thohir

Sul capitano Javier Zanetti: “Zanetti è sempre stato un ragazzo molto trasparente ed una brava persona. Ho sempre parlato molto con lui e una volta mi vide triste e depresso e mi parò di alzare la testa perchè sarebbe giunto il mio momento, perchè è il calcio che è fatto cosi. Poco tempo fa è venuto da me e mi ha detto: “Hai visto Jonathan? Hai combattuto per avere tutto questo e ora stai raccogliendo i frutti perchè non ti sei scoraggiato, hai lavorato seriamente e rispettato tutti”.

Sulle sue ambizioni personali e la possibilità di giocare il Mondiale in Brasile con la Selecao: “Credo Scolari mi conosca per aver giocato con le maglie di Cruzeiro e Santos. Sto facendo davvero bene con l’Inter ma è troppo presto per dire se sarò convocato o meno. Chi deve giudicarmi è Scolari. Penso che il mio miglior anno sia stato nel 2009 ma non mi hanno convocato. Sono tranquillo e sicuro che Scolari è alla ricerca di giocatori in Europa e se mi chiamerà sarò felice. Se cosi non fosse io continuerò a lavorare duramente per fare il meglio possibile.”

Leggi anche –> Inter, Andreolli poco utilizzato: è già sul mercato?

Leggi anche –> Mercato Inter, Criscito: “L’Inter ha grande fascino”

Leggi anche –> Mercato Inter, Menez rompe con il Paris Saint-Germain