Serie A 2014-15: la Top 11 della 19a giornata

La Serie A è giunta al giro di boa. Con la 19a giornata, infatti, si è concluso il girone d’andata e, prima di tuffarci su quello di ritorno, CalcioNow.it vi propone la sua top 11 di questa giornata. In panchina siede il tecnico del Palermo Iachini, in formazione troviamo disposti secondo un 4-3-3 Handanovic in porta; Avelar, Andelkovic, Albiol e Gonzalo Rodriguez in difesa; a centrocampo merita il posto in cabina di regia Valdifiori, al suo fianco Fetfatzidis e Joao Pedro; il tridente d’attacco è composto da Denis, Higuain e Maxi Lopez.

HANDANOVIC. Quanti si aspettavano che nel 2015 l’Inter di Roberto Mancini potesse sbocciare devono, almeno per il momento, ricredersi. Nel match della 19a giornata di Serie A, Inter-Empoli, i nerazzurri non solo non riescono a rendersi pericolosi e far loro il gioco, ma si lasciano sopraffare dagli emiliani. L’unico a salvarsi tra gli uomini di Mancini è il portiere Handanovic, migliore in campo della sua squadra, che con i suoi interventi nega più e più volte all’Inter di soccombere e a Pucciarelli di andare in gol. Se i nerazzurri portano a casa un punto il merito è dell’ex Udinese.

AVELAR. Il Cagliari non perde e già questa è una buona notizia. La 19a giornata regala alla squadra di Zola un punto importante perché ottenuto in casa dell’Udinese, non certo una squadretta, e perché raggiunto in extremis. E’ il 90′ quando, per fallo di mano di Herteaux, l’arbitro assegna il rigore al Cagliari che Avelar trasforma in gol e fissa il risultato finale di Udinese-Cagliari sul 2-2.

ANDELKOVIC. Il Palermo è una delle piacevoli sorprese della stagione di Serie A 2014-15. Gli uomini di Iachini riescono a fermare persino la Roma e Adelkovic riesce a non far rimpiangere Munoz che, in rotta con la società, è stato lasciato fuori dall’allenatore rosanero. Riesce ad arginare Iturbe e con i suoi interventi diviene un muro difficile da oltrepassare per la Roma che riesce a segnare un unico gol, in fuorigioco.

ALBIOL. Il 2015 sembra essere iniziato bene per il Napoli che, nell’ultima giornata del girone d’andata del campionato di Serie A, si regala un’importante vittoria contro la Lazio di Pioli. Al di là del gol, fondamentale ai fini della vittoria, da segnalare e promuovere è la prestazione di Albiol. Decisamente in partita il difensore non se ne lascia sfuggire una e blocca in più occasioni Djordjevic. “Da qui non si passa”, è il motto di Albiol in Lazio-Napoli e il risultato lo conferma: 0-1 e nessun gol subito dalla difesa partenopea.

GONZALO RODRIGUEZ. La Fiorentina esce vincitrice dalla 19a giornata di Serie A e Gonzalo Rodriguez ci mette più volte la firma. Il difensore non solo apre le marcature del match mettendo a segno al 35′ il gol che vale l’1-0 viola, ma si rende fondamentale anche in difesa, suo reparto, con un importante salvataggio su una conclusione del Chievo.

FETFATZIDIS. È un match di rimonta Genoa-Sassuolo per il Grifone. La squadra di Gasperini non si arrende e, sebbene abbia dovuto far fronte a tre svantaggi, riesce a recuperare e pareggiare i conti persino quando il tempo sembrava finito grazie al centrocampista Fetfatzidis. È lui al minuto 53′ a portare Genoa-Sassuolo sul 2-2, ma non si ferma qui. Al 92′, quando la partita verteva sul 2-3 e gli emiliani attendevano il triplice fischio per festeggiare la vittoria, il centrocampista insacca alle spalle di Perin il gol, su rigore, che vale il 3-3 finale.

VALDIFIORI. L’Empoli ferma l’Inter e si mostra ad essa superiore in questa 19a giornata. Gli emiliani conducono la partita e si gestiscono bene la sfera grazie a uno straordinario Valdifiori che, in cabina di regia, detta i giusti tempi ai suoi compagni. Gioco perfetto, partita da ricordare. Peccato per il risultato: uno 0-0 che sta stretto alla squadra di Sarri.

JOAO PEDRO. Cresce sempre di più e anche questa volta si rende protagonista di una buona prestazione. Joao Pedro non solo trova il gol con un diagonale preciso, ma si sacrifica anche per la squadra e, mai stanco, si fa vedere molto anche in fase di ripiegamento. Una pedina importante per Zola e il suo Cagliari.

DENIS. Contro ogni pronostico, l’Atalanta vince a San Siro e tra i protagonisti un ruolo di rilievo ha Denis. Colpisce la traversa al 18′ e al 33′ segna il gol dello 0-1 e della vittoria nerazzurra. Il Milan cade in piena crisi per demerito proprio ma anche per merito di Denis e dell’Atlanta.

HIGUAIN. L’inizio di stagione è ormai alle spalle così come il momento buio attraversato da Higuain. Ripresa la via del gol il Pipita non la molla e, continuando sulla sua strada, conduce il Napoli alla vittoria, importantissima, contro la Lazio. Il terzo posto in classifica è tutto della squadra di Benitez e i tifosi partenopei possono iniziare a mettere da parte le proprie preoccupazioni.

MAXI LOPEZ. “Come inizio non c’è male”, avranno pensato i tifosi del Torino e la società granata. L’acquisto dell’attaccante argentino sembra aver già dato alcuni frutti e, in un rocambolesco Cesena-Torino, anche la vittoria ai piemontesi. Entrato al 68′, Maxi Lopez realizza all’87’ il gol del definitivo 3-2 granata e consegna nelle mani della propria squadra tre punti importanti perché mancavano da parecchio tempo.

ALL. IACHINI. Il Palermo, come la Fenice, è rinato. La stagione trascorsa in Serie B è ormai un lontano ricordo per una squadra che, grazie alla professionalità e alle grandi capacità del proprio tecnico Iachini, gioca sui campi di Serie A come una veterana. I siciliani riescono persino a fermare la seconda forza di questo campionato, la Roma, e se non fosse per il gol di Destro, in posizione tra l’altro irregolare, avrebbero portato a casa l’intero bottino.

Top 11 Serie A 2014-15 19a giornata

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2014-15