Serie A 2014-15: la Top 11 della 22a Giornata

La 22a giornata del campionato di Serie A è giunta al termine e CalcioNow.it ha schierato, nella sua top 11, una formazione disposta secondo un 4-3-3 che vede Buffon in porta; Zappacosta, Acerbi, Bonucci e Antonelli a formare la difesa a quattro; centrocampo a tre con Diamanti, Guarin e Pasqual e, infine, tridente d’attacco composto da Mertens, Icardi e Verde. A sedere in panchina Massimiliano Allegri.

BUFFON. L’armata bianconera continua indisturbata il suo cammino verso la vittoria dello Scudetto passando anche sul cadavere del Milan. Vittoria poco sofferta, grazie al pessimo stato forma dei rossoneri, ma anche all’intervento prodigioso di Buffon sulla conclusione di Giampalo Pazzini nella ripresa. Non da meno Diego Lopez che durante Juve-Milan si è esibito in strepitose parate, peccato che il portiere da solo può fare ben poco in una partita.

ZAPPACOSTA. Prestazione eccellente, è il migliore in campo dei nerazzurri in Fiorentina-Atalanta, coronata dal gol al 9′ che sembrava poter aprire alla squadra di mister Colantuono le porte della vittoria. La partita poi, in termini di risultato, si è capovolta, Zappacosta però ha sempre esibito il proprio talento e a testimonianza di ciò il cross rasoterra servito al compagno Boakye in occasione del secondo gol nerazzurro. Insomma, per l’Atalanta Zappacosta è una garanzia.

ACERBI. Marcatore quasi per caso e nota dolente per la Sampdoria. La sua storia la si conosce bene e adesso Acerbi vuole tornare alla ribalta con le sue prestazioni. Dopo appena due minuti di gioco, il Sassuolo si porta in vantaggio con il gol di Acerbi e la Sampdoria è costretta a rincorrere sino a raggiungere il gol del pareggio con Eder. Sampdoria-Sassuolo si conclude sull’1-1 e i neroverdi sgranocchiano, grazie al proprio difensore, un importante punto ai blucerchiati.

BONUCCI. Se il gol di Tevez ha dato vita, nel giorno successivo di Juve-Milan, a numerose polemiche, quello di Bonucci ha spedito il Diavolo all’inferno. Secondo gol stagionale e settima marcatura in Serie A, la Juventus va e Bonucci c’è.

ANTONELLI. La sconfitta del Milan al suo esordio con maglia rossonera proprio non ci voleva, tuttavia Antonelli si consola con una prestazione davvero positiva e un gol, il primo da quando è tornato al Milan, che fanno ben sperare i rossoneri.

DIAMANTI. È tornato in Italia da poche settimane e ha già conquistato Firenze. In Fiorentina-Atalanta, Alessandro Diamanti è stato l’uomo viola più pericoloso. Tanti i tentativi e le occasioni da gol, quella decisiva è giusta solo al 74′, ma resta indimenticabile. La Fiorentina si porta sul 2-1 con un gran gol dell’ex Bologna che, dopo aver superato la difesa nerazzurra, di piatto sinistro trafigge la porta difesa da Sportiello.

GUARIN. Un super Guarin conduce l’Inter alla vittoria. Inter-Palermo si conclude sul 3-0. Ad aprire le marcature è proprio Guarin che, però, non si ferma al solo gol. Il numero 13 nerazzurro ci mette del suo anche nel gol del 2-0 e in quello del 3-0 conquistando San Siro.

PASQUAL. Il capitano è sempre il capitano e così spetta a Pasqual la gioia del terzo gol della Fiorentina, gol che ne decreterà la vittoria.

MERTENS. Il Napoli vince e ritrova il suo Dries Mertens. Abituati nella scorsa stagione a un Mertens strepitoso, gli azzurri quest’anno lo riconoscono con fatica eppure in Napoli-Udinese sembrava quello di qualche mese fa. Suo il gol dell’1-0, suo quello del 3-1, se non fosse per quella sciagurata deviazione di Thereau. Poco importa in Napoli-Udinese trionfano gli azzurri, ma soprattutto si rivede il vero Mertens!

ICARDI. La polemica con i tifosi gli ha lasciato di sicuro l’amaro in bocca, ma non gli ha fatto dimenticare come si segna. Così Mauro Icardi realizza, in occasione di Inter-Palermo, ben due gol. Cari tifosi, pace fatta?

VERDE. Giocatore rivelazione della 22a giornata di Serie A è il giovane Verde che con le sue giocate imprevedibili anima la manovra giallorossa e regala a Parades il cross perfetto per il gol del 2-0. Il calcio italiano deve ripartire dai giovani e tra questi, in prima fila, c’è Verde.

ALL. ALLEGRI. Si prende la sua seconda rivincita sul Milan, mantiene con la sua Juventus il primato in classifica, il conseguente distacco dalla Roma e, anche se dichiara “Ancora non ho fatto nulla”, beh sotto i baffi c’è un sorriso da clown, uno a trentadue denti. Lo Scudetto è sempre più vicino ed è sempre più bianconero.

Top 11 22a giornata Serie A 2014-15

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE A 2014-15